Utente 347XXX
Buonasera a tutti , sono un ragazzo di 21 anni di genova ; Da circa 3/4 giorni ho un fastidio leggero alla base sinistra dello scroto , dove questo incontra il perineo..questo fastidio si manifesta quando sono in piedi o seduto , ma non sempre , mentre da sdraiato non avverto nulla ... talvolta questo fastidio lo sento anche dietro la coscia e nel gluteo sinistro ...sono piccole fitte che non creano dolore , solo lieve fastidio.... Premettendo che sono ipocondriaco ho cercato su internet e , come succede sempre , mi è venuto un colpo! Ho pensato a varicocele ,infatti ho una vena alla base del pene sinistro che si vede bene e al lato del testicolo , soprattutto quando faccio la doccia con l'acqua calda , c'è come una specie di "grumo" mollo , di piccole dimensioni , che lo si vede bene con l'acqua calda o quando tiro su il pene ...Non fa male al tatto e a quanto pare è un pò mobile , ovvero se lo tocco sparisce all'interno dello scroto...Può essere dunque varicocele?? o le cose sono separate??

Premetto che durante la minzione o l'eiaculazione non ho né dolori né fastidi..... Se può essere utile , due settimane fa andando dal medico per un fastidio perineale ho fatto una cura di ANANASE , 3 volte al dì per 10 giorni e il fastidio era scomparso..

Ho fatto anche l'esame delle urine e sangue per via dell'università ed era tutto nella norma

Vorrei chiedere se secondo voi è una cosa grave o , semplicemente , non è niente di preoccupante ma che comunque va controllato

Grazie in anticipo per il tempo concessomi , attendo una risposta ..

Cordiali saluti,
Luca

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dal suo racconto riguardo al fastidio perineale sembrerebbe trattarsi di una infiammazione, probabilmente prostatica, mentre per il varicocele è necessaria una visita per stabilire se esiste effettivamente un reflusso e quindi consigliarle un'ecodoppler testicolare.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la risposta... quindi lei esclude patologie più gravi come tumore e cose simili??

inolte il testicolo sx , rispetto al destro è più basso ( cosa normale ) e un pò rivolto in avanti ma di poco ...è normale??

Un'altra cosa ...l'anno scorso , durante un rapporto , ho sentito un dolore al lato del pene che mi ha costretto a finire l'amplesso...questo dolore è durato poco e il pene non è diventato né gonfio né nero ...talvolta però sento fastidio quando ho più rapporti al dì o quando il rapporto è prolungato....può essere collegato il tutto??

grazie ancora,

luca
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che i testicoli non sono perfettamente simmetrici e che quindi la sua situazione rientra nella normalità, per chiarire ogni dubbio è necessaria una visita specialistica, infatti lo specialista visitandola valuterà se approfondire con altri esami.

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la risposta e per il tempo concessomi.

Cordiali saluti,

Luca
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
prego
[#6] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
ultima cosa mi scusi... secondo lei , è possibile che sia un tumore??

I sintomi legati a ciò , quali sarebbero??

Ps: il fastidio peritoneale stà svanendo da solo , rimane solo quel piccolo "grumo/pallina" al lato del testicolo anche se , toccando meglio oggi mentre mi facevo la doccia , credo sia vicino all'epididdimo... cosa potrebbe essere??

Scusi per le mille domande ma sono un pò preoccupato

Saluti,

Luca
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

con i se non si va da nessuna parte, le ho già risposto nella precedente :"..............per chiarire ogni dubbio è necessaria una visita specialistica, infatti lo specialista visitandola valuterà se approfondire con altri esami".

Ancora cordialità
[#8] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la risposta immediata .. appena possibile prendo l'appuntamento dal medico di base.

Volevo chiederle un'altra cosa... Il calo delle erezioni mattutine ( non tutti i giorni ma 2 o 3 volte alla settimana le ho ...quelle notturne invece le ho sempre ) , l'arrossamento della punta del glande e carenza di libido possono essere ricollegate ad una prostatite??

Mi scusi di nuovo per le mille domande

Ancora cordiali saluti,

Luca
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
l'arrossamento del glande può far sospettare una infiammazione che se confermata, potrebbe essere collegata alla prostatite.

Ancora cordialità
[#10] dopo  
Utente 347XXX

Iscritto dal 2014
grazie ancora per la prontissima risposta.

Andrò dal medico di base e poi vedrò cosa mi dice di fare.

Grazie per il consulto,

Saluti,

Luca