Utente 347XXX
Buonasera Dottori,
a Luglio dello scorso anno ho notato strane chiazze rossastre alla base del glande e dopo una visita dermatologica e delle analisi del sangue ho appurato con certezza di aver contratto la Sifilide.
Ho effettuato 2 iniezioni da 1,2 Ml/U a settimana, per due settimane..
Ho ripetuto gli esami del sangue tre mesi dopo e il VDRL risulta negativo mentre il Tpha Positivo..

Dall'inizio di questo mese (maggio) ho notato nuovamente una leggerissima "pallina" gommosa alla base del glande, nel solco balano prepuziale, incolore e indolore, mi crea solo un po di fastidio durante il rapporto, e la zona semba un po anestetizzata, con poca sensibilità.

Ho ripetuto le analisi e il Vdrl è negativo e tpha debolmente positivo 1/20.
L'unico valore appena sopra la norma sono i Linfociti 4,26 su 3.5 max.

Ho avuto un rapporto circa un mese fa con un partner (risultato anch'esso oggi positivo al vdrl e tpha) (purtroppo non lo sapevo fino a poco tempo fa).

Ora chiedo, c'e la possibilità di aver nuovamente contratto il virus nonostante questi valori?

Sarebbe opportuno ripetere la terapia con benzilpenicillina benzatinica? anche sulla base delle ultime analisi fatte ?

grazie per la disponibilità.
Mi scuso per la lunga domanda.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Un mese da un rapporto a rischio sifilide può non essere sufficiente per la positivizzazione dei tests.
Consiglio la visita venereologica in caso di lesioni di qualsiasi genere a carico dei genitali o del cavo orale (in caso di rapporti sessuali orali)
Cari saluti