Utente 264XXX
Salve,

Vi scrivo in quanto nella giornata odierna mi è caduto, da un'altezza di circa 2 metri, un oggetto pesante sulla mano sinistra durante dei lavori di ristrutturazione domestica.
Il colpo mi ha procurato immediato dolore e gonfiore con successiva formazione di ecchimosi nella zona interessata (zona carpale fra il primo e secondo metacarpo).
Ho applicato subito il ghiaccio e dopo qualche ora il gonfiore sembra diminuire e riesco ad effettuare quasi tutti i movimenti tuttavia, nei pressi dell'osso "trapezio" e dei metacarpi vicini, il dolore diventa insopportabile anche al solo sfioramento e la zona appare molto compatta e sollevata, con fitte temporanee ma continue.
A vostro parere potrebbe trattarsi di una frattura? e conviene effettuare comunque una radiografia oppure aspettare l'evoluzione del trauma?

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione e il consulto.

Cordiali Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

è buona norma, a seguito di un evento traumatico, eseguire sempre un controllo radiografico, in quanto sono sempre possibili piccole fratture, distacchi ossei, ecc. non altrimenti rilevabili.

Talvolta, anche una frattura più importante (ad esempio del metacarpo), consente una discreta mobilità della mano, ma va individuata per poter essere adeguatamente trattata.

Non saprebbe, tra l'altro, fino a che punto può muovere la mano o, al contrario, se la deve tenere immobilizzata.

Buona domenica.
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio vivamente per la tempestività e il consulto.

Buona domenica anche a Lei.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.