Utente 348XXX
Buongiorno. Da circa 4 mesi ho una dermatosi evidente sulla guancia, a lato della bocca, che parrebbe un eczema cronico, ma dal momento che risponde solo in parte alla terapia con pomata cortisonica più di un dermatologo mi ha consigliato la biopsia, con punch da 4 mm. Il mio problema è che non riesco ad accettare l'idea di avere una cicatrice in una zona a così alta valenza estetica. Che esito mi devo aspettare (un segno lineare o più largo)? In quanto tempo la cicatrice raggiungerà la sua forma definitiva? Una volta che questo sarà avvenuto, ho qualche opzione per ridurre il danno estetico? Sono consapevole del fatto che il mio è più un problema di accettazione psicologica ma la mancanza di informazioni precise mi rende ancora più difficile gestire la cosa. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

comprendo la Sua preoccupazione per un eventuale esito cicatriziale conseguente all'esame...ma, al momento, non è più preoccupante ed inestetico tentare di curare una patologia cutanea senza alcun risultato??!

Si affidi alla perizia e competenza del Suo dermatologo di fiducia; Le consiglierà anche tutte le procedure da seguire nei giorni successivi alla biopsia.


Prego.
[#2] dopo  
Utente 348XXX

Iscritto dal 2014
Grazie. La mia domanda non era incentrata sull'opportunita' o meno di fare la biopsia, sono una collega e so perfettamente che prima o poi sara' necessaria anche se al momento trovo poco disturbante la macchia che mi ritrovo. Il mio problema e' che ho una crisi d'ansia ogni volta che penso all'eventuale esito estetico, e il fatto che nessuno mi dica chiaramente quanto lo stesso sara' evidnte, impedendomi di dare una dimensione oggettiva alla cosa, peggiora ulteriormente le cose. Grazie comunque.
Cordialita'
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Egr. Collega,

come ben sa, è molto difficile stabilire l'evoluzione di un esito cicatriziale e la sua conseguente evidenza, soprattutto su un'area cutanea del viso.

Questo è il principale motivo per il quale nessuno dei colleghi, da Lei consultati, si è espresso chiaramente in merito.


Da parte mia però posso confermare che, adottate le opportune precauzioni ed accorgimenti subito dopo l'esame, è possibile limitare al massimo una sua evoluzione.


Laddove, poi, l'esito cicatriziale possa diventare un inestetismo sgradito è possibile trattarlo con alcune metodiche medico-estetiche.


Prego.
Cordiali saluti.