Utente 241XXX
SALVE,
HO GIà RICHIESTO UN CONSULTO IN MERITO, ma leggendo sull argomento mi sorgono tante altre domande e mi accorgo che l ortopedico mi ha spiegato ben poco: SE é POSSIBILE GRADIREI AVERE CHIARIMENTI A PARTIRE DALL ANESTESIA:MIO FIGLIO DI UNDICI ANNI DEVE ESSERE OPERATO PER PIEDE LASSO PRONATO E MI HA PARLATO DI ANESTESIA TOTALE O SPINALE :: MI CHIEDO SE SI POSSA FARE UN ANESESIA LOCALE O CMQ QUAL E QUELLA CON MENO RISCHI; CI SONO DEI TEST DA FARE PRIMA PER VERIFICARE UN EVENTUALE ALLERGIA? QUESTA VITE RIASSORBIBILE CHE INSERISCE PUO PROVOCARE INTOLLERANZA? IN QUESTO CASO SI PUO RIMUOVERE? QUALI SONO I SINTOMI CHE PORTANO A CAPIRE CHE SI E INTOLLERANTI? TOGLIENDOLA COME SI PROCEDE POI COL PROBL AL PIEDE? LA RIPRESA POST OPERATORIA E BREVE? IL BIMBO RISOLVE IL PROBL O COL TEMPO DOVRA AFFRONT ANCORA OPERAZIONI? ATTENDO CON ANSIA RISPOSTE E MI SCUSI PER PUNTEGGIATURA MA HO PROBL CON TASTI PC: GRAZIE:
[#1] dopo  
Dr. Fabio Treia
32% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
Buona sera, se riesco cercherò di rispondere a tutte le sue domande, 1) sicuramente si può eseguire l'intervento con una sedazione e una anestesia locale associata, sicuramente la più sicura, a volte però si può eseguire anche la generale, non farei la spinale per questo tipo di intervento, non vi sono test ;2) a volte ci possono essere delle intolleranze ai mezzi di sintesi ma sono molto rari e comunque se dovesse essere si può rimuovere;3) i sintomi sono: dolore, iperemia( rossore della pelle), gonfiore nella zona della vite; 4) se viene rimossa molto presto non avrà il tempo di svolgere la sua funzione e quindi come se non si fosse operato; 5) la ripresa dipende molto spesso dall'individuo e dalla gravità del piede e se ci sono tempi chirurgici associati( allungamento del tendine di Achille e/o ritenzionamento del Tibiale Posteriore),comunque almeno 30 giorni fino a 2/3 mesi; 6) se l'intervento è ben eseguito si risolve il problema per sempre.
Sperando di aver chiarito molte delle sue domande le porgo
Cordiali Saluti
Dott.Fabio Treia