Utente 120XXX
Premesso che 5 anni fa mi sono stati impiantati 3 by-pass, e nell'occasione mi è stato riscontrato un aneurisma di 42 mm all'aorta ascendente. Poi, successivamente, ad oggi, questo aneurisma è divenuto 44 mm (stabile da 2 anni).
Recentemente mi sono stati riscontrati dei calcoli alla colecisti, per cui mi è stata consigliata l'asportazione chirurgica. Nella preospedalizzazione, il cardiologo/a mi ha prescritto l'esecuzione di un ecostress cardiaco, da fare sempre in preospedalizzazione. Ma poichè i tempi di attesa sono piuttosto lunghi, ho pensato di rivolgermi ad un altro ospedale per fare questo ecostress. Tuttavia quando mi sono state chieste le ragioni di questo esame, mi sono sentito rispondere che con il mio aneurisma non lo posso eseguire, perchè comporta comunque un aumento della pressione e dei battiti cardiaci. Quindi è consigliabile un altro tipo di esame, magari una scintigrafia cardiaca. Che debbo fare?
Grazie anticipate per la risposta.
Cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Le dimensioni dell'aorta non sono tali da controindicare in modo assoluto l'esecuzione di un ecostress. Ma se il cardiologo in questione non ritiene prudente eseguirlo, ritorno dal collega che lo ha prescritto facendosi cambiare la prescrizione o trovi un altro cardiologo che esegua l'ecostress.

GI

[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
La rigrazio per la risposta, dottore.
Cordialmente.