Utente 171XXX
Salve vorrei sapere se il ponte di maryland può essere una buona alternativa al classico ponte, oppure è una tecnica caduta in disuso e non sicura..ovviamente so che si tratta di una tecnica usata per sosistuire un solo elemento e che viene usata per sostituire solo gli incisivi
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
ê una delle alternative al ponte in zona anteriore. se possibile meglio l'impianto
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
In che senso "in zona anteriore? Ne parlerò con il mio dentista, è un ponte complicato da creare? Da ciò che ho visto è molto semplice però viene usato raramente..sopratutto adesso che esistono gli impianti..quindi se il mio dentista non l'ha mai fatto, non credo che sarà disposto a sperimentarlo su di me
[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Tecnica molto semplice, ma necessita una altissima precisione del manufatto, difficile da ottenere.
"zona anteriore" significa denti anteriori.
[#4] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Capisco, io ho bisogno di rimpiazzare i due incisivi laterali superiori che purtroppo ho perso all'età di21anni per colpa mia e anche del mio ex dentista, siccome un impianto in questo momento non posso permettermelo, volevo optare per un ponte,sinceramente ma sinceramente andare a sacrificare 4 denti per duenon mi va,perché dovrei andare a fresare i canini e gli incisivi centrali, mentre con il maryland non ci sarebbe questa necessità, solo che la mia paura è che duri molto poco e che non abbia una buona resistenza
[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"un impianto in questo momento non posso permettermelo, volevo optare per un ponte"

Costano meno due impianti che 6 corone in ceramica per un ponte che sostituisca i due incisivi laterali.
Sempre considerando solo l'aspetto econimico, il costo fra Maryland per 2 denti e die impianti con corone non si discosta di molto.
[#6] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Capisco,valuterò meglio allora facendo due conti, comunque volevo sapere se il maryland è da considerarsi un lavoro "definitivo" nel senso della durata negli anni, o è da considerarlo come un alternativa di lusso nell'attesa di un impianto futuro, perche documentandomi ho capito che il maryland non viene considerato come una soluzione definitiva perché nel giro di qualche anno quasi sempre si rompe e bisogna fare sempre attenzione nel mangiare soprattutto nel mordere cibi piu duri, ovviamente credo che questo dipende anche dei materiali che vengono usati e dal tipo di lavoro che il tecnico farà, lei dottor Formentelli riguardo alla qualità del maryland cosa pensa?
Grazie mille
[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non eseguo praticamente Maryland a causa delle perplessità che ho sulla durata del manufatto.
E' molto "operatore-dipendente", essendo necessaria una precisione estrema sia nella preparazione dei denti (che vanno comunque preparati), che nella realizzazione e cementazione del manufatto.
A parità sostanziale di costo preferisco la soluzione implantare.
[#8] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille