Utente 110XXX
Buongiorno a tutti. Scrivo per avere un vostro parere su una questione che ultimamente mi sta mettendo in apprensione. Sono iperteso e sotto cura con Micardis 80 plus, 1cp al dì. Pressione generalmente 125/85. Da diversi anni a periodi alterni accuso extrasistole che sono state indagate nel tempo. Il primo episodio durante una partita di calcio anni fa; il battito cardiaco era assolutamente irregolare, con alcuni battiti molto ravvicinati mescolati a veri e propri battiti ritardati o mancati. Ricoverato in ospedale, mi vennero fatti gli esami di rito, sangue, ECG ed ECG sotto sforzo, questi ultimi risultati nella norma. Il disturbo fu allora attribuito ad un abbassamento di potassio nel sangue. Nell'immediato mi venne fatto assumere Rithmonorm per alcuni giorni e mi vennero fatte alcune flebo. Il sintomo rientrò praticamente subito. Queste extrasisole vennero classificate come benigne. Da allora, a fasi alterne mi sono ritornate, non più con quella intensità e nel tempo ho eseguito altri contolli come ecocardiogrammi, holther pressorio, altri ecg ecc. L'ultima visita cardiologica con ecg due mesi orsono. La cardiologa, parlando di questo disturbo mi ha detto di non preoccuparmi, ed ogni tanto fare i dosaggi di potassio che pare essere responsabile della situazione. Ora però vi chiedo: Dopo un periodo di relativa assenza di sintomi, ultimamente il disturbo mi si è ripresentato ed avverto dei veri e propri mancati battiti, soprattutto al letto coricato sul fianco sinistro oppure mentre mi alzo dalla sedia ad esempio per fare qualche cosa. Ho anche notato che inspirando profondamente, mi procuro questo mancato battito che poi arriva ritardato e più forte. Devo dire che per me è un periodo di maggiore stress dovuto a vicende personali. Bevo tre caffè al giorno, non fumo, non bevo alcolici ed ho una dieta equilibrata. Ultimamente però avverto il bisogno di un maggior consumo di dolci ( cioccolata ) Peso 83 Kg per 1,78 di altezza e sudo molto.Qualcuno può dirmi se è il caso di ripetere tutti gli accertamenti del caso? Ho il timore sia subentrato qualche cosa di peggiorativo. Sto prendendo integratori di potassio e magnesio e per il momento pare vada leggermente meglio.Consigli? Grazie a chi mi risponderà.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non credo che ci siano novità responsabili di un'extrasistolia che invece sembra stabile nel tempo (è invece probabile che sia cambiata sola la sua tolleranza per effetto del periodo di stress che descrive). Eviti l'abuso di caffè e di cioccolata che sono facilitanti per l'aritmia.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottor Rillo, seguirò il suo consiglio.Le chiedo però, se lei ritenga utile nella mia condizione effetuare i dosaggi di potassio in laboratorio e se per il reintegro bastino somministrazioni di prodotti da banco (comunque infarmacia), oppure sia meglio puntare su interventi mirati più decisi....Grazie ancora della gentilezza e del suo tempo.