Utente 249XXX
Buon giorno, sono una donna di 41 e da qualche tempo che disturbi alla lombare, in questi gg ho fatto una RM e volevo qualche chiarimento sulla mia situazione.
Riporto il contenuto del referto: studio della colonna è stato eseguito mediante acquisizione di tomogrammi sul piano assiale e sagittale con se sequenze fast spim-echo T2 e t1 pesate. Accentuata la fisiologica cifosi dorsale. Modeste note di spondiloartrosi. A livello th9/10 si osserva protrusione discale lateralizzata a destra con minima impronta sul profilo del midollo spinale. Abbastanza regolare il diametro del canale spinale; relativamente conservati gli spazi intersomatici.
Conservata la fisiologica lordosi lombare.
Regolari gli spazi ertersomatici e gli spazi subaracnoidei.
Si osserva un'area iper intensa nelle sequenze t2 pesate a carico della porzione posteriore e laterale sinistra del corpo vertebrale l3 che si estende anche al peduncolo.Tale area si presenta leggermente iper intensa nelle sequenze t1 pesate.
A livello l4/l5 si osserva bulging discale mediano con lieve ipertrofia dei massicci articolari e dei ligamenti gialli.
Modesto bulging discale mediano anche a livello l5/s1 con iniziale interessamento di congiunzione dal lato destro.
Volevo sapere che cosa ho, a che stadio sono e sono curabile anche con lase, tesill e fisioterapia.
grazie e aspetto notizie
[#1] dopo  
Dr. Otello Poli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
In sintesi:
-artrosi del rachide,
-protrusione discale D9-D10 con impronta sul midollo spinale (sente gli arti inferiori ed in particolare il dx più deboli e/o rigidi?),
-per il resto sporgenze (bilging) degli anuli fibrosi dei dischi L4-L5 ed L5-S1,
-artrosi delle articolazioni laterali interapofisarie L4-L5.
C'è a sufficienza per sintomatologia lombalgica con limitazione funzionale.

Un trattamento: riabilitazione posturale secondo Mezieres, fisioterpia ed uno studio neurofisiopatologico della conduzione dello stimolo nervoso lungo il midollo spinale (compresso a livello D9-D10) mediante ptenziali evocati midollari sembrerebbero essere delle risposte adeguate.

Conclusione.
[#2] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Buona sera,

mi scusi vorrei capire meglio che vuol dire:che le sporgenze (bilging) degli anuli fibrosi dei dischi L4-L5 ed L5-S1,
-artrosi delle articolazioni laterali interapofisarie L4-L5.

E se ho la discopatia in due vertebre e per piacere mi potesse spiegare che cosa mi consiglierebbe di fare in questa fase?

Gli arti inferiori li sento deboli e poi mi stanco da morire a stare troppo all'impiedi....
Aspetto sue notizie
Saluti
[#3] dopo  
Dr. Otello Poli
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Bene:
artrosi lombosacrale e discopatie L4-L5 ed L5-S1.
Il reperto "importante" è la "...protrusione discale D9-D10 con impronta sul midollo spinale...".
Il midollo spinae e la continuazione verso il basso dell'encefalo. Tra le altre funzioni è il responsabile della forza e del tono degli arti: ora se ha una compressione sul midollo dorsale gli impulsi nervosi potrebbero giungere alterati agli arti inferiori e lei potrebbe percepire gli arti deboli, facilmente affaticabili.
Se, come dice il referto RM (che io debbo prendere per buono giacchè non posso visionare le immagini), cè una compressione sul midollo dorsale sarebbe indicata una valutazione neurochirurgica del problema ed un esame neurofisiopatologico quale "potenziali evocati midollari" (motori PEM e somatosensoriali PESS).