Utente 348XXX
Buongiorno,

Volevo sapere se la quetiapina a rilascio prolungato viene asssorbita altrettanto rapidamente tra lo stomaco e il duodeno come la quetiapina a rilascio immediato, e quindi l'azione prolungata si esplica tramite un diverso metabolismo epatico, oppure se la compressa rp ha un'assorbimento e scioglimento più lento quindi prevalentemente a livello dell'intestino tenue(quindi l'azione prolungata si esplica tramite un'assorbimento più lento).
Nel caso l'ipotesi corretta fosse la seconda, la quetiapina rp sarebbe quindi controindicata in pazienti sottoposti a resezione totale del colon eventualmente stomizzati?

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

L'azione prolungata si esplica perché l'assorbimento è più lento, e quindi l'azione dura di più. Ma non è questa la differenza fondamentale.
Per questa diversa cinetica, il metabolismo della quetiapina non è saturato e quindi produce più metabolita, nor-quetiapina, che agisce come un antidepressivo inibitore del reuptake della noradrenalina. Più è alta la dose, più aumenta la quota di norquetiapina prodotta. Quindi il farmaco a rilascio prolungato di fatto è una sorta di combinazione di antipsicotico e antidepressivo in un'unico farmaco.
[#2] dopo  
348483

dal 2015
Buoansera Dottore,

La ringrazio per la sua informazione.
Volevo anche domandare se la quetiapina rp viene assorbita completamente a livello dello stomaco-duodeno, oppure se chiede un assorbimento da parte dell'ileo.

Nel caso specifico, se fosse vero che una parte del farmaco è assorbita dall'ileo, presumo sia controindicato in pazienti senza colon e stomizzati(la compressa non sciolta completamente potrebbe ostruire la stomia)?
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Viene assorbita lungo l'intestino tenue, non nello stomaco. Ma non capisco che c'entra l'ileo con il colon.