Utente 330XXX
Gentili dottori, vi chiedo aiuto e consigli, se fosse per voi possibile. Ho 30 anni e fino ad un mese fa praticavo regolarmente bodybuilding ( 3 allenamenti settimanali) con assunzione di amminoacidi ramificati BCAA nella quantità di 15 compresse nei giorni di allenamento e 5 off season. Tutto questo per 6 mesi con qualche sporadica interruzione. A causa di problemi di insonnia, perdita di lucità nello studio ecc... il mio medico di base ( specializzato in medicina sportiva) ma hi prescritto del Testovis in fiale ( 1 a settimana), che stupidamente ho portato in autonomia a 3 a settimana. dopo 4 settimane ho deciso di fermarmi, e dopo 4 settimane ho cominciato un secondo ciclo. In entrambe le circostanze ho accompagnato tutto con l'assunzione giornaliera di Proviron per evitare l'effetto aromatasi. A conclusione del ciclo ho utilizzato del Gonasi da 2000 per la riattivazione dell'asse HPTA e de clomifene in pillole ( 10 compresse una ogni sera). A più di un mese dall'interruzione dei farmaci, dell'attività fisica, dell'assunzione di integratori, mi sono sottoposto ad un esame del sangue. Tutti i valiro sono nei limiti della norma ad eccezione della Creatinina il cui valore è di 1.58 su un massimo di 1.40 e l'albumina il cui valore è di 5.4 su un massimo di 5.2. Azotemia, acidi urici ed esami urine sono nella norma ( nelle urine non ci sono tracce di proteine). nelle ultime settimane, a causa di impegno universitari determinati da una laurea in giurisprudenza ormai imminente, studio molto e probabilmente non bevo una giusta quantità di acqua.
Una volta conosciuti i valori, ho chiamato il mio curante, rendendolo edotto del fatto che il valore di creatinina ( già ad 1.56 nelle analisi di 3 mesi fa) era ulteriormente salito... e lui mi ha risposto che si tratta una sofferenza renale determinata dal carico di medicine ( scriteriato, con il senno del poi) reversibile attraverso una dieta che prevede l'eliminazione della carne rossa e un aumento della quantità di acqua da bere. ritiene inoltre che in max 2 mesi tutto possa rientrare nella norma.
Venerdì ho un appuntamento con un nefrologo....ma Vi chiedo:
Questo valore anomalo può effettivamente avere un'origine farmacologica? basta soltanto bere di più ed assumere meno proteine per rientrare nella norma?
Grazie a coloro che vorranno aiutarmi
[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Egregio signore,
Alcune considerazioni:
1) valori alterati di creatinina vanno considerati e rapportati alla massa muscolare che immagino essere molto rappresentata;in tale contesto,un turnover muscolare elevato associato ad un ridotto introito di liquidi può' determinare un modico aumento dei livelli di creatinina
2) dovete ragionare in termini di "prospettiva" renale: una robusta e corposa letteratura nefrologica ci dice che un introito proteico così marcato genera negli anni un sovraccarico al rene chiamato iperfiltrazione.morale: assumete un carico di proteine normale ovvero 1 grammo pro kg al di e buttate gli integratori! In tutto questo continuate la palestra con serenità e allegria
3) evito di commentare la gestione dei suoi allenamenti con ormoni
Pratichi con fiducia la visita dal collega nefrologo,beva 2 litri di acqua al di,esegua con calma un esame urine ed un'ecografia renale.
Un caro saluto
[#2] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio molto per i suoi consigli, perché temevo di aver danneggiato l'organo in maniera importante. Naturalmente ho abbandonato integratori, ormoni e carichi proteici inutilmente alti.....ma per un po' ho deciso di sospendere gli allenamenti così da consentire all'organismo di poter recuperare con meno stress. Mi sottoporrò a tutti gli accertamenti che saranno richiesti, ma sapere che il quadro generale non è così grave, mi solleva e non poco. Di nuovo Grazie
[#3] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore, sono appena tornato dalla visita nefrologica, e ora sono preoccupato. Il medico infatti mi ha prescritto ulteriori analisi ( ANA, AMA, ASMA, C3, C4, VES, PCR; oltre queste anche PROTEINURIA 24 ore e MICROALBUMINURIA ). Mi ha detto, testuali parole " ci vuole poco a passare dall'insufficienza renale alla dialisi" e " dopo questi esami vediamo se vale la pena fare un'eco renale o ricoverarti direttamente". Non credevo di essere messo così male. Cosa ne pensa?
[#4] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Egregio utente,
Stante che il Collega che vi ha visitato,ha una visione globale ed esaustiva della situazione e che la mia e' parziale e limitata dall'assenza del paziente,ritengo però' la situazione attuale figlia di 2 condizioni:
1) disidratazione 2) esercizio fisico intenso con notevole intake proteico con elevato turnover muscolare
Il Collega ha richiesto una batteria di esami per valutare autoimmunita' ma nel vostro esame urine che riferite non ci sono segni di tipo nefritico (emazie e proteine).
Quindi: e' giusto allargare il campo diagnostico con esami a largo spettro ma rimango della mia idea.
Bevete regolarmente 2litri di acqua,riposate,buttate le proteine ad integratore,e ripetete gli esami di funzione renale fra 10 giorni insieme alle altre analisi prescritte
Un caro saluto
[#5] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dott. Luciani, la ringrazio per la celere risposta. Il mio problema è che il nefrologo che mi ha visitato ha chiesto questi esami con molta urgenza! dovrei consegnare la raccolta delle urine e sottopormi al prelievo ematico al massimo entro domani mattina. Essendo poi andato con mio padre, la visita ha generato molta ansia anche in lui che , a sua volta ha ancora più fretta. Fermo restando con sono in competo accordo con la Sua strategia, non sarebbe stato più opportuno fare un'eco renale e successivamente un'analisi delle urine senza necessariamente prescrivere una batteria di esami che vada a cercare patologie " particolari"? inoltre, il fatto di sottopormi ad altre analisi così in fretta, può ancora determinare esiti parziali o magari falsati? Grazie
[#6] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
Si affidi con fiducia alle cure del nefrologo interpellato che ha previsto analisi complete al fine di inquadrare meglio il problema.Rimango altresi convinto che dette analisi immunologiche risultetanno negative e solo il riposo l'idratazione e lo smettere schifezze varie di cui avete fatto abuso determinera' un miglioramento del quadro.l'eco renale (fatta bene) io la do per scontata come parte della visita nefrologica.se non fatta fatela .
Un caro saluto
[#7] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
gentile dottore, ho avuto la fortuna di fissare un appuntamento per lunedì prossimo alle ore 16.30 con il primario del reparto di nefrologia dell'ospedale della mia città,( attraverso il cardiologo di famiglia) direttamente nel reparto, il quale, mi ha invitato ad eseguire SOLO i vari test dell'urina ( anche se avrebbe preferito che fosse trascorso un tempo maggiore ) e, ascoltando telefonicamente le informazioni che anche a Lei ho fornito, "STRANAMENTE" mi ha detto tutto quello che lei ha riportato nelle precedenti risposte ai miei quesiti ( sembrava che avesse letto le nostre conversazioni). Ha inoltre detto che il nefrologo che mi ha visitato e che lavora nel suo stesso reparto, è un po' "fissato" con malattie renali particolari.....e che va a ricercarle con esami come quelli a cui avrei dovuto sottopormi. Oltre all' albuminuria e alla proteinuria, mi ha chiesto una clearance della creatina, chiedendosi come mai. tra gli esami prescritti, non fosse stato inserito uno di quelli che si richiede sempre.
Inoltre mi ha anticipato che mi sottoporrà ad un'ecografia renale, utile per dissipare eventuali dubbi. Mi ha inoltre comunicato che, solo in caso di esiti strani degli esami, sarà necessario un approfondimento diagnostico che, per ora, appare assolutamente superfluo. Cosa ne pensa?
Un sentito ringraziamento
[#8] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Penso che dovete stare tranquillo e che in entrambi i casi siete in ottime mani. Riposo acqua e no schifezze faranno il resto.
Un caro saluto
[#9] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio, naturalmente, se vuoLe, La informo sugli esiti della visita a degli esami.
Cordialmente
[#10] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
Egregio dottore, le vorrei comunicare gli esiti degli esami del sangue/urine effettuati in data 7/6/2014 ( a 9 giorni di distanza da quelli i cui risultati erano preoccupanti).

CREATININEMIA 1,23 mg/dl 0,70 - 1,40
(Jaffe)

CREATININA CLEARANCE:
( Cinetico jaffe )

Diuresi 2000 mL 900 - 2500
Creatinuria 81 mg/dl 70,0-135,0
Clearance 91,0 ml/min

PROTEINURIA DOSAGGIO 0,01 g/24 ore <0,23
(spettrofotometrico)

MICROALBUMINURIA 24h 0,01 g/24 ore <0,30
( immunoturbidimetrico)

Possibile che in 9 giorni, bevendo semplicemente più acqua ( 3 litri anche a causa del caldo torrido) e non seguendo una dieta ipopoproteica, tutto sia rientrato nei parametri?
Tra quanto posso tornare a praticare attività fisica in maniera regolare ( senza naturalmente l'ausilio di integratori e simili...)?
Lunedì avrei appuntamento con il primario del reparto di nefrologia dell'ospedale della mia città, il quale, la scorsa volta non ha potuto ricevermi a causa di un emergenza ( paziente in dialisi con una polmonite deceduto a causa di una crisi respiratoria....vista la drammaticità del momento ho preferito andare via); vale la pena andare? La ringrazio per la pazienza e la professionalità fino a questo momento dimostratami.
Cordialmente
[#11] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
8% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
egregio signore,
esami sono perfetti e la visita non più necessaria.
bevete sempre mai meno di 2 litri al dì,con il caldo arrivate a 3
no proteine..fate dieta normale con 1 g/kg di proteine
reiniziate attività fisica senza esagerare.
controllate annualmente creatinina azotemia ed esame urine
un caro saluto
[#12] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio di cuore, soprattutto per il fatto che mi ha indicato la corretta strada da percorrere nonostante la distanza. Fossero tutti come lei, la sanità italiana sarebbe sicuramente migliore.
Cordialità