Utente 348XXX
Salve. Volevo sapere alcune informazioni riguardo il post intervento in questione.
Mio nonno (74 anni, peso 53 kg altezza 160-165) Gli è stato asportato l'intero stomaco e pancreas. aveva dei linfonodi in metastasi. per adesso sembra che dalla biopsia il tumore non sia andato in giro per il corpo. pochi giorni dopo l'intervento ha avuto dei problemi come l'acqua nei polmoni e la sindrome di Tsubo, che riguarda il cuore. dopo due mesi dall'intervento, (con alimentazione assistita) si era rimesso bene. Dopo 2 giorni senza aimentazione, mangiava solo minestra (naturalmente non tutta, e non beveva assolutamente niente), e con fatica. l'anno dimesso. Domandandogli cosa potyeva magiare a casa mi hanno detto praticamente che non c'erano cose da escludere. pero io gli ho sempre somministrato del brodo fatto con il pollo. ora dopo 3 giorni che è a casa ha iniziato a vomitare dopo i pasti.in ospedale mi hanno dato un farmaco che aiuta a bloccare il reflusso, ma sembra che non funziona. Dimenticavo di dire che dopo il'intervento ha avuto una fistola nella cucitura dell'intestino, questa è perdurata nel tempo infatti il drenaggio l'hanno tolto dopo 52 giorni. Quandoo l'ho portato in ospedale per fatto del reflusso dimenticavo di dire che dal buco del drenaggio per la fistola ha iniziato ad uscire il liquido. Insomma in conclusione vorrei sapere dove posso chiedere un consulto e come da qualche specialista, visto che il chirurgo che lo ha operato è andato in pensione., Volevo sapere dove possiamo trovare qualcuno che possa darci uleriori informazioni riguardo a questo stato. visto che non mangia perche vomita il cibo. Grazie per l'ataspetto la vostra risposta o domanda se non sono stato chiaro nel testo.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Considerato il caso complesso ed il decorso postoperatorio laborioso è essenziale un contatto diretto, possibilmente presso la struttura dove è stato eseguito l' intervneto dove saranno disponibili colleghi ancora in servizio. Auguri!