Utente 348XXX
Salve, circa 5 mesi fa per motivi riguardanti la rabbia diedi ripetutamente più pugni contro il muro, colpendolo sia con le nocche che con il lato laterale della mano, provocando un enorme ematoma che interessava praticamente tutta la mano. Da allora spesso durante il giorno, facendo movimenti abituali come piegare il polso, sollevare oggetti pesanti, o facendo toccare pollice con mignolo, avverto dolori simili a scariche elettriche (se così si possono chiamarle) che partono dal tunnel carpale. Essendo questo l'unico sintomo, é possibile che io mi sia causata la sindrome del tunnel carpale fratturandomi il polso? Ed è possibile che questa percussione del nervo passi da sola o ci saranno gravi ripercussioni continuando a non fare nulla? Le "scosse" che sento non sono frequenti, né eccessivamente dolorose, ma quando mi capita, soprattutto la sera la cosa diventa un po' troppo fastidiosa. Grazie mille in anticipo per la risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

un ematoma (non credo prioprio si possa essere verificata una frattura del polso) può coinvolgere il nervo mediano, ma non nelle sedi da lei indicate (semmai al centro del polso sul versante palmare).

In ogni caso, tale patologia si manifesta con formicolio e intorpidimento delle dita (pollice, indice, medio e metà anulare), soprattutto durante la notte.

Sono questi i sintomi da lei accusati ?

Buon pomeriggio.