Utente 349XXX
Buongiorno, vorrei un parere relativamente all'esito di una TAC fatta da mio padre(12/12/1936) in data 28/05/2014 in seguito a dolori intercostali/schiena. Grazie mille. Siamo ancora in attesa di una visita oncologica.
-In corrispondenza del segmento laterale del lobo medio si segnala la presenza di una lesione di circa 5 cm di diametro, a margini spiculati, con cavitazione centrale impegnata da tralci e tessuto amorfo, caratterizzata da disomogeneo enhancement, dopo infusione di mdc. La lesione infiltra il bronco segmentario di pertinenza determinando esili strie atelettasiche lamellari.
Un'ulteriore lesione solida, ovalare, di diametro analogo, a verosimile origine dal bronco segmentario apicale del lobo inferiore sinistro, risulta indissociabile dal ramo artrioso polmonare inferiore omolaterale.
In presenza di PM bicamerale, nel mediastino si apprezzano numerosi linfonodi iperdensi, anche nel tessuto adiposo pericardico, dei quali l'unico maggiore di 10 mm risulta essere subcarinale (20 mm). Il contesto parenchimale polmonare è dominato da un quadro di enfisema centrolobulare e parasettale diffuso a medie bolle.
Non si osserva versamento pleurico. Si rileva una formazione osteolitica tondeggiante in corrispondenza dello spigolo somatico posteriore di D11, di 11 mm di diametro, responsabile di erosione del muro posteriore. Si osserva rimaneggiamento-cedimento somatico del soma di L2.
Occasionalmente, nelle scansioni più caudali dell'esame, il fegato presenta profili irregolari e struttura TC disomogenea, in noto quadro cirrotico e in relazione alla presenza di sfumate areole ipodense bilobari, del massimo diametro di 13 mm nel II-III segmento, in sede subglissoniana, non ulteriormente tipizzabili, dubbie per lesioni secondarie. Si osserva una formazione nodulare centrosurrenalica destra di 1,4 cm, anch'essa sospetta, nel contesto clinico.
Si apprezza un dubbio difetto di riempimento, disomogeneamente ipodenso a livello della vena cava inferiore, poco al di sotto della confluenza delle vene sovraepatiche.
Il reperto appare meritevole di completamento PET-TC
[#1] dopo  
Dr. Ottorino Perrone
24% attività
0% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Esame clinico. PET-TC. Prendere in considerazione una "prima linea" oncologica a diagnosi ottenuta (farmaci biologici). Ogni altra indicazione prevede una stadiazione "mirata" (EBUS, biopsia eco-guidata). Ricordo che esiste la posssibilità (in cui credo fortemente) di raggiungere l'intervento chirurgico anche nelle così dette malattie oligometastatiche (con metastasi singola). E' un orientamento nuovo ed una opinione molto personale.