Utente 349XXX
Salve,vorrei domandarvi a riguardo di una forma di orticaria che è comparsa qualche anno fa e che sta peggiorando di giorno in giorno.Si manifesta con la sensazione di bruciore e di puntura di spillo in seguito a sforzo fisico,stress,forti emozioni,alta temperatura ambientale.Andai da un dermatologo il quale mi diagnosticò orticaria da stress,mi diede l'antistaminico e mi disse che sarebbe passato con lo sviluppo.Poco tempo fa sono andato da un allergologo il quale mi fece fare diversi accertamenti : esami e radiografia alla tiroide, test cutaneo per le allergie, ricerca delle ige totali e spefiche.Tutti i risultati furono negativi, il solo valore alto risultò quello delle ige totali (347 in un range 0-150).E' bene che io continui a ricercare una possibile allergia o è meglio fare accertamenti gastrici e psichiatrici ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Valerio Langella
40% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gentile utente, l'orticaria di cui Lei soffre può avere varie origini e si correla all'allergia (reazione IgE mediata) solo in un 20% dei casi. L'inquadramento diagnostico (e quindi l'eziologia) è imprescindibile da una valutazione a 360 gradi del suo stato di salute: esposizione ambientale e lavorativa, patologie a carico di tiroide, stomaco, intestino, la ricerca di focolai infettivi misconosciuti etc. devono essere considerate tutte possibili cause e vanno scrupolosamente ricercate ed indagate. A volte un'approfondita anamnesi può aiutare molto il medico, altre volte la causa viene individuata per caso, altre volte invece la causa non la si riesce ad individuare. Le consiglio pertanto di continuare a ricercare sotto guida medica l'origine di questo fastidioso disturbo non tralasciando alcuna possibilità, specie in considerazione della sua giovane età.
Saluti, in bocca al lupo, a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.