Utente 349XXX
Buonasera, volevo esporvi il mio problema perchè non mi permette più di avere una vita normale.
Ho 21 anni, ho sofferto in passato (fin da molto piccola) di tachicardia parossistica sopraventricolare da rientro nodale, curata poi con un'ablazione per gli attacchi troppo ricorrenti ( anche 3 volte la settimana) che mi costringevano a ricorrere al pronto soccorso.dopo questo avvenimento (9 anni fa) sono rimasta molto sensibile e percepisco ogni minima variazione del mio battito cardiaco che aimè non scende mai al di sotto dei 90 battiti al minuto anche a riposo.premetto che sono una persona molto ansiosa , ma è da circa un mese che avverto palpitazioni e affaticamento (con tanto di tosse di riflesso) e questo mi sta provocando attacchi di panico e depressione tanto che non sto più uscendo per paura che il mio cuore possa stare male.Misuro le pulsazioni molte volte al giorno e mi rendo conto che ho il polso molto irregolare( ad ogni inspiro ho accellerazione del battito e poi una leggera pausa durante l'espirazione).Anche la macchinetta per misurare la pressione segna spesso l'icona del battito irregolare e sono molto spaventata. Sono stata due volte al pronto soccorso il mese scorso e ecg e eco erano perfette (salvo solita tachicardia sinusale)...ma perchè nessuno si è accorto di questo polso irregolare che io invece avverto molto bene? È pericoloso? So che può trattarsi di extrasistole, di cui ho moltp sofferto ma non provocanp il solitp senso di tuffo al cuore...sento solo 4 o 5 battiti molto accellerati durante l'inspirazione. Ho molta paura, non so se tutto questo possa essere causato dall'ansia e dalla paura o se sia un problema del cuore...inoltre mi hanno sempre detto di tranquilizzarmi per le extrasistole ma ho letto che quelle ventricolari possono invece essere pericolose...ho 21 anni non esco più di casa, sto perdendo peso e sono sempre molto agitata e depressa, sto facendo preoccupare moltp anche i miei genitori.vorrei solo poter vivere finalmente come tutti i miei coetanei ma non ci riesco.attendo una vostra risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Se vuole un sano consiglio si dimentichi di avere il cuore. non lo consideri. Lo lasci battere come gli pare. Nulla di cil' che ha descritto può provocarle danni. E in presenza di ECO ed Holter regolare questa sicurezza aumenta. I pazienti che fanno l'ablazione per una tachicardia nodale molto spesso mantengono una sensibilità' maggiore e se hanno un extrasistole hanno la sensazione che la tachicardia stia partendo anche se poi non parte.
continuando su questa strada può' solo danneggiare gravemente la sua qualità' di vita.. continuando a vivere perché il cuore al momento sta' benissimo e non può essere causa di nulla.
Vada in palestra , faccia tanta attività' fisica e se il cuore batte non lo consideri. tutte le variazioni di frequenza che avverte sono legate al suo stato psicologico e sono fisiologiche . Ad azione corrisponde reazione. Se un passante le punta una pistola si spaventa e il cuore accellere, se sente qualche irregolarità' nel battito e si spaventa il suo cuore accelera. Qundi l'unica soluzione è quella di voltare pagina e dimenticarsi di avere il cuore. Se proprio non ci riuscisse si puo fare una breve terapia con farmaci che aiutano a rallentare un po la sua frequenza cardica. Questo potrebbe aiutarla ma non è la soluzione permanente.
cordiali saluti
[#2] dopo  


dal 2014
La ringrazio tanto dottore, mi sento più tranquilla.
Purtroppo l'holter non l'ho mai fatto perchè avendo fatto già uno studio elettrofisiologico endocavitario e due transesofageo per studiare la mia aritmia i medici non hanno ritenuto oppprtuno fare altri accertamenti.Ho provato ad usare un leggero betabloccante ma purtroppo mi causa delle brutte sensazioni e peggiora i sintomi ( il cuore si regolarizza ma provo senso di mancamento, sensazione che il cuore si fermi, tosse). Il fatto che mi preoccupa è che assumo xanax ma il mio polso continua ad essere molto irregolare e la cosa mi preoccupa molto...misurando i battiti per 1/4 di minuto e moltiplicando x 4 e per un minuto intero la frequenza cambia molto...ho dei momenti di accellerazione dei momenti più calmi ho pause...io non ce la faccio più so che mi devo tranquilizzare ma ho paura che questo polso irregolare mi possa danneggiare il cuore...
[#3] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
L'unica strada è di eseguire un ECG Holter segnalando i momenti in cui avverte i disturbi . Successivamente sarà' il suo cardiologo a valutare gli eventi e come possibile a tranquillizzarla
cordiali saluti