Utente 349XXX
Buongiorno,
sono due giorni che ho febbre che arriva tra i 38.5 e i 39, senza nessun altro sintomo, né mal di gola, né tosse, né tonsille gonfie. Quando la mia temperatura si alza succede che ho mal di testa e soffro di photosensibilità. Prendo la Tachipirina per fa abbassare la temperatura e nell'arco di un paio d'ore arriva ogni volta sui 36.8-37 °C. Dopo un pò che l'effetto svanisce la temperatura ricomincia a salire. Quando la temperatura è bassa sia mal di testa che photosensibilità sono minimi.
Breve storia della mia ultima settimana. Una settimana fa sono andato a giocare a pallacanestro all'aperto, trovandomi almeno mezz'ora sotto la pioggia. Il giorno seguente sono andato di nuovo a giocare a pallacanestro rimediando uno stiramento dello sternocleidomastoideo. Da quel giorno in poi il mal di testa è iniziato ad aumentare, ma non sono stato a riposo dovendo seguire le lezioni al politecnico. Il farmacista mi ha suggerito di applicare voltaren sul collo e mi ha detto che il mal di testa poteva essere dovuto a dolori cervicali in seguito allo stiramento. Per quattro giorni ho avuto questo mal di testa di fondo e la mia temperatura era sui 37°C. Poi da ieri all'improvviso la temperatura mi è salita con un picco di 39.1°C. Stanotte di nuovo è salita la temperatura, ho preso un'altra tachipirina e adesso nuovamente (sono le 11.30 del 9/6/2014) la temperatura ha ricominciato a salire. Cosa può essere? Il mal di testa si attenua molto quando la temperatura scende e sono 3 giorni che sono a riposo in casa senza uscire.
Grazie per la disponibilità.
[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
L'episodio febbrile che descrive nella sua richiesta sembra a tutti gli effetti intercorrente e benigno. Talvolta l'esposizione ai fattori atmosferici può facilitare l'insorgenza di infezioni virali che possono divenire sintomatiche con febbre e mialgie. Sicuramente nel caso la situazione dovesse persistere sarà opportuna una valutazione da parte del suo medico di medicina generale per le valutazioni del caso. Cordiali saluti.