Utente 337XXX
Buongiorno,vorrei chiedere un consulto,sono molto preoccupato di questa situazione,premetto che sono sempre stato un tipo emotivo,bastava poco per venirmi la tachicardia,non so magari qualche evento spiacevole,qualche forte emozione,ecc...ho sempre avuto una frequenza di 80-85 bm,ho svolto vari accertamenti cardiaci tra cui holter,eco-cuore ed ECG negativi per sport ,da due anni ad ora per colpa di numerosi litigi con la mia ex la mia frequenza cardiaca è aumentata,e anche in condizioni di tranquillità ho una frequenza cardiaca di 90-95 bm(non è che me li conto ,ma essendo un soggetto magro li avverto e per curiosità li vado a contare),da qualche giorno ci siamo lasciati e da quel momento la mia frequenza cardiaca si testa a 100 bm a riposo,con un diffuso senso di agitazione e in alcune condizioni,tipo dopo i pasti addrittura sale a 110-115 battiti al minuto,io ho molta paura che il cuore ne risentirebbe di ciò,secondo lei frequenze cosi danneggiano il cuore?grazie mille in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore, ma lei non ha bisogno di un cardiologo. Lei necessita dell'aiuto di uno psicologo,al quale le consiglio di rivolgersi.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Lo so Dottore....però mi chiedevo se ciò avesse percussioni sul cuore...questa tipologia di ansia la avverto molto a livello cardiaco.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La sua ansia se non viene controllata con il passar del tempo potrà dar luogo a somatizzazioni che interessano vari organi e tessuti, cuore compreso....Da buon intenditor....
Saluti