Utente 349XXX
Salve Dottore,
giorno 26 Maggio scorso,appena sdraiato a letto per la notte ho cominciato a sentire una forte tachicardia,sentivo il cuore battere in maniera sia forte che veloce..così mi sono allarmato ma non troppo ed ho preso una camomilla visto che pensavo fosse ansia..ma nonostante la camomilla il problema persisteva e diventava sempre più fastidioso..ho cominciato ad avvertire come un senso di oppressione sul torace che mi impediva di respirare bene..così alle 5:30 del mattino mi sono recato in ospedale dove mi hanno fatto : ANALISI DEL SANGUE,ELETTROCARDIOGRAMMA,RADIOGRAFIA DEL TORACE ed ECOCARDIOGRAMMA!
Dopo TUTTI questi esami risulta che sono sano come un pesce..i dottori dell'ospedale dicono che il mio cuore sta bene..
Così dopo un giorno di riposo ho ricominciato a fare quello che ho sempre fatto..giocare almeno 1 ora e mezzo al campetto di calcetto ogni giorno..prendere i miei due caffè..uscire la sera con gli amici..
Ma 2 situazioni mi preoccupano TANTISSIMO! Quando gioco a pallone,basta uno scatto,una corsa un pò più veloce che subito sento il cuore battere forte e molto veloce,questo mi impedisce di vivere serenamente la mia attività sportiva..
La seconda situazione è quando mi rilasso,sul divano,sul letto,subito dopo sento la stessa sensazione..cuore che batte a mille e veloce che quasi mi impedisce di respirare bene..ogni tanto sono costretto a fare dei respironi come se dovessi recuperare aria..
NON SO PIU' COSA FARE! :(
Da premettere che sono un fumatore di circa 15 sigarette al giorno ma è da circa 48 ore che non tocco una sigaretta per agevolare la guarigione ma niente..nessun risultato!
Mio padre nel 2005 ha avuto un infarto quindi ho perennamente paura di questa situazione..anche se credo che non possono durare 15 giorni i sintomi di un infarto no? visto che è da 15 giorni che non vivo serenamente nessun momento della mia giornata...
LA RINGRAZIO IN ANTICIPO PER LA RISPOSTA E PER AVER LETTO LA MIA DOMANDA!
CORDIALI SALUTI!

Francesco,22 anni,Firenze

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Se le indagini effettuate sono risultate negative l'unica cosa che può fare e monitorizzare la frequenza cardiaca durante i sintomi . Se la frequenza cardiaca e solo un po più elevata della norma e la sensazione di cardiopalmo è progressiva si tratta quasi sicuramente di ansia. Viceversa se la frequenza cardiaca è superiore a160/min e la sensazione di cardiopalmo inizia improvvisamente puo' trattarsi di una tachicardia sopraventricolare. In tal caso vada da un aritmologo che provvederà' a risolvere il suo problema. Se i sintomi sono quotidiani un ECG Holter potrebbe essere la soluzione. Tenga conto che esiste anche la possibilità' di effettuarne uno di 7 giorni. La cattura dell'evento con un tracciato elettrocardiografico è un modo sicuro per fare la diagnosi e prendere, se necessario provvedimenti. In ogni caso non esiste in questa situazione nulla che deve preoccuparla. Sia ni un caso che nell'atlro vi sono soluzione adatte che risolvono il problema. Si dimentichi tutte le preoccupazioni che ha descritto
saluti