Utente 304XXX
Salve sono a chiedere un consulto che ormai da due anni mi lascia qualche dubbio e che per ora richiede un semplice parere tramite internet.

Ormai da due estati mi ritrovo, dopo un esposizione al sole, a mantenere invariato il mio colorito.

La mia carnagione è abbastanza chiara, fino a due anni fa infatti se erroneamente mi dimenticavo di applicare la protezione a fine giornata avrei sicuramente notato arrossamento.

La domanda nasce spontanea visto che anche dopo una giornata di mare, non si nota neanche un accenno di abbronzatura/arrossamento anche con lo "stacco" costume.
Per tutto l'anno precedente ho dato "colpa" di anti-infiammatori presi per curare una prostatite non batterica. Ma quest'anno? Uno regolarmente la crema.

Nel caso specifico di ieri ho utilizzato una protezione 15 consigliata per pelli che si irritano, ma le ultime ore mi sono "dimenticato" di applicarla e nonostante sia stato ben poco all'ombra non ho ottenuto NESSUN risultato.

Occorre indagare di più? O può considerarsi una cosa, momentaneamente, normale?

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
le leggi della fisica , in questo caso applicate ai tessuti organici, sono ben inquadrabili nella fisiopatologia.
Un tessuto organico che riceve energia va incontro a trasformazioni.
Nel caso specifico la interazione tra UV e la pelle dovrebbe dare origine a una reazione infiammatoria e successivamente di pigmentazione se possibile.
Perché la sua pelle si sottragga alle leggi della fisica non è dato sapere.
Potrebbe essere forse perché la dose di radiazioni è bassa e quindi i meccanismi di difesa prevalgono...
Altrimenti non avrei altre spiegazioni pronte.
cordialità