Utente 349XXX
Salve a tutti, scrivo per la prima volta qui e ho un grande dubbio riguardo la mia " funzionalità erettile " ma ci tengo a spiegare tutto dal principio.
Ho 19 anni e ho una " ragazza seria " da 9 mesi; i preliminari vanno a gonfie vele, ma al momento del rapporto ci sono state difficoltà: inziialmente al momento di inserire il profilattico perdevo erezione, totalmente e ne soffrivo molto.
Consultando un andrologo, dopo una generica visita, ,mi prescrive il cialis 5 mg da prendere prima del rapporto, perchè a suo dire la causa era psicologica e il cialis i primi tempi dava sicurezza, infatti con esso niente problemi.
Negli ultimi giorni ho provato a diminuire la dose, e l altro giorno alle 8 di mattina ho assunto un pezzettino piccolo di cialis 5 mg, non chiedetemi perchè l ho fatto ma pensavo " se ho un rapporto tra 15 ore, non ci sarà iù l effetto ".
Il rapporto l ho avuto lo stesso giorno a mezzanotte, nessun problema.
La mattina dopo, però, ho riprovato a farlo solo che mi accorgevo di una difficoltà : al momento della penetrazione, perdevo erezione. Allora li, un po angosciato, ho stimolato fino al raggiungimento di una nuova erezione ma ancora nulla, scendeva. Dopo dieci minuti sono riuscito a farlo e, bho, non so cosa pensare sinceramente. Mi sembra che senza stimolazione non resti eretto tanto tempo, non saprei.
Grazie per le eventuali risposte, Buona serata
[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il tadalafil,particolarmente alla dose di 5 mg.,peraltro frazionata,ha avuto un azione placebo,per cui,a naso,penserei ad una intolleranza ad indossare il profilattico che,con un po' di pazienza,nel tempo,andrà a sfumarsi.La giovane età e la relativa inesperienza giustificano tali defaillances ma non la nevrotica ricerca di una prestazione valida che,di sicuro,non é richiesta dalla sua partner.Cerchi di non medicalizzare il rapporto e,per il futuro,consulti,se necessario,un esperto andrologo.Cordialità.