Utente 119XXX
salve dottori vi ricontatto in merito alle extrasistoli che ormai da qualche anno mi accompagnano saltuariamente. Ci sono periodi in cui non ne ho (o non ne avverto) e periodo, come questo, invece dove si fanno sentire.
Ho già eseguito in passato ecocardiogramma (l'ultimo a giugno 2009), holter (due volte di cui l'ultimo a gennaio 2012), ecg da sforzo (di cui ultimo a ottobre 2012) Dall'holter sono risultati BEV in numero di 36 la prima volta e poco più di 100 la seconda volta, isolati ed inversione dell'onda T.
I dottori che hanno eseguito gli esami mi hanno detto che è tutto nella norma e di non fare ulteriori controlli che non è il caso.
Sono una persona molto ansiosa per ciò che riguarda la salute e dopo un episodio di pericardite nel 2004, tutto risolto in modo ottimale, mi preoccupo spesso del cuore anche perché mio padre è cardiopatico (2 infarti e 3 bypass).
Ho ripreso l'attività fisica da un paio di settimane (nuoto) e il fatto dell'extrasistole un po' mi preoccupa. Giovedì scorso e stasera martedì sono comunque andato in piscina nonostante tutta la giornata ho avuto extrasistoli. Ho notato che durante lo sforzo non ne avverto (o non me ne accorgo) ma sto comunque sempre col pensiero che possano venire (quindi non mi rilasso), dopo che faccio la doccia come stasera mi ritornano.
So che l'extrasistolia può essere causata maggiormente da situazioni di stress, abuso di caffeina, farmaci ecc... per quanto mi riguarda prendo 2/3 caffè al giorno (e ridurrò), stress in continuazione sia per il lavoro che per la mia "ipocondria".
Inoltre avverto anche fastidi, dolorini al petto, a volte la sento proprio dopo l'extrasistole, altre invece,come in questo momento, sento un fastidio un po' a tutto il torace ma ci sono dei punti, come il centro del petto, che aumenta alla digitopressione e non poco.
Al di là di queste situazioni "psichiche" e da alimentazione, secondo lei è il caso di ripetere degli esami tipo holter o ecg da sforzo?
Cosa mi consiglia di fare?
Se necessita dei risultati degli esami precedenti posso scriverli.
Attendo risposta.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il numero totale dele extrasistoli rilevato all' Holter é veramente esiguo, e rientra nell' ambito della normalità. Inoltre, il fatto che la percezione dei battiti prematuri scompaia sotto sforzo é un' ulteriore dato che deve tranquillizzare circa la natura benigna delle extrasistoli. Se proprio questi eventi La preoccupano tanto, direi che un test da sforzo in cui si dimostri la effettiva soppressione delle extrasistoli da parte dell' esecizio fisico dovrebbe definitivamente rassicurarLa e far sì che, qualora il sintomo dovesse riprentarsi, anche Lei gli attribuisse il giusto valore: si tratta di eventi del tutto innocui.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore. L'ultimo ecg da sforzo l'ho eseguito a ottobre 2012. Mi riconsiglia di eseguirlo nuovamente?
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Dando per scontato che sia io che Lei sappiamo che questo non è il mezzo con cui si possa prescrivere alcunchè, non ravvedo indicazioni assolute all'esecuzione di qualunque altro esame strumentale. Nel Suo caso personale, tuttavia, consiglierei di ripetere il test da sforzo unicamente perchè, documentando ancora una volta l'innocuità delle Sue extrasistoli, Lei possa abbassare la Sua soglia d'ansia in caso si ripresentasse il sintomo che tanto la preoccupa.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Perfetto la ringrazio.
[#5] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
salve dottore oggi ho fatto la visita sportiva agonistica.
Ho fatto la spirometria, ecg a riposo ed ecg dopo lo sforzo.
Durante i due ecg nessuna extrasistole registrata anche se è stata questione di attimi dal momento che ne avevo ed ero anche un po' agitato (fc circa 90).
Il dottore mi ha detto che non ho niente che non va e mi ha lasciato il certificato.
Dopo sono stato in piscina per il corso di nuoto e non ho avvertito extrasistole, forse 1 o poco più ma non ne sono sicuro.
Dopo la doccia e appena tornato a casa mi sono ritornate come prima.
Onestamente non so cosa fare, vorrei capire il motivo per il quale si scatenano. Se è un problema di caffeina, l'ho ridotta notevolmente (prendo 2-3 caffè al giorno), se è un problema di stress, ansia, ci lavorerò...ma vorrei capire e fare qualcosa.
Domani pensavo di prendere un po' di passiflora, che dicono ha proprietà calmanti.
Lei oltre all'ecg da sforzo che mi ha consigliato, cos'altro mi dice?
grazie
[#6] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Cerco di essere più chiaro rispetto alle risposte precedenti, riassumendo anche i consulti dei colleghi cui si è rivolto in passato con i medesimi dubbi:
1) Il suo cuore è risultato SANO a tutti gli innumerevoli controlli cui si è sottoposto;
2) le extrasistoli che avverte con tanta angoscia non sono correlabili ad alcuna cardiopatia organica, in atto o pregressa;
3) il fatto che scompaiano sotto sforzo è la definitiva conferma della benignità degli episodi (motivo per cui Le consigliavo un test da sforzo per cui non c'è indicazione clinica);
4) cerchi, per quanto possibile, di non porre tanta ossessiva attenzione all'attività del Suo cuore;
5) Lei non ha bisogno di aiuto da parte di noi cardiologi, ma forse di un supporto psicologico che possa aiutarLa a cercare di convincersi che le extrasistoli che percepisce NON rappresentano alcun pericolo.
Cordiali saluti