Utente 110XXX
Egr. sigg. Dottori , ho un problema molto serio, Vi inoltro una richiesta di consulto che viene respinta , ma prechè respinta, a chi dovrei rivolrgermi per avere anche un semplice consiglio (non ho la pretesa che mi possiate trovare la cura o il farmaco miracolistico) gradirei però sapere per quale motivo non merito una considerazione ed una risposta. Se il motivo sta nel fatto che ho già posto questo problema altre volte è solamente perchè non ho avuto una riscontro esauriente che mi dia la possibilità almeno di sapere a quale medico rivolrgermi. Non mi sembra comunque un buon servizio fare in questo modo e non dire qualcosa , almeno uno saprebbe come regolarsi e certamente ne farei volentiri a meno di disturbare se fossi in una forma normale ma bensì è e tutt'altro. Con i migliori saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara Utente
comprendo le sue ragioni, ma questo è solo il suo punto di vista....Le rispondo in qualità di referente dell'area cardiologica e le dico che la respinta della sua richiesta deve essersi resa necessaria nel suo stesso interesse (per evitare di alimentare ansie immotivate che trapelano dalle sue innumerevoli richieste di consulenza). In MI noi svolgiamo un servizio gratuito e nel poco tempo libero che abbiamo a disposizione, ma non possiamo dedicarci totalmente alle richieste dell'utenza (spesso non consone all'area in questione) e non avere una risposta "esauriente" non autorizza l'utenza a "pretenderla". Chi ha respinto la sua domanda lo ha fatto dopo che Lei aveva già avuto una risposta allo stesso quesito (e nelle linee guida MI non e lo ha fatto utilizzando una disposizione che viene concessa dall'organizzazione del nostro servizio. Mi spiace che lei l'abbia interpretata nel modo che riporta....cerchi di capire però anche le ragioni di noi medici di MI e non solo le sue....
Cordialmente
[#2] dopo  


dal 2014
Gent.mo Dott. Rillo, non comprendo con tutta la buona volontà il senso della sua Risposta, ......e non comprendo ancor meglio le ragioni per le quali non mi sia data una risposta per il solo motivo di "non alimentare ansie immotivate"..... ma quali ansie quì c'è un problema e anche serio perchè mi invalida ... e anche molto (lo volete capire che a volte non sto in piedi.....a cos'altro devo arrivare al coma????) inoltre altra cosa inconcepibile è che "non potete dedicarvi totalmente alle richieste dell'utenza" , e a che cosa dovete dedicarVi ..... se fate parte di un sevizio.... (seppure gratuito) lo stesso non è forse finalizzato proprio a rispondere alle richieste degli utenti? viceversa che servizio sarebbe? Detto ciò, le confesso che non sono per niente soddisfatto anche perchè il chiarimento a cui tenevo non mi è stato dato quindi mi spiace molto ma con molto rispetto non capisco proprio le ragioni che Lei mi ha argomentato, quindi Le chiedo ancora per cortesia di rispondermi nel merito della questione perchè è questo che vorrei chiarire ovvero se il mio è un problema andrebbe valutato sotto l'aspetto cardiologico o altro, (per maggior completezza aggiungo che la pressione è costante 70/120) e se di altro tipo a chi mi potrei rivolgere. Con i migliori distinti saluti
[#3] dopo  


dal 2014
Per cortesia volete rispondermi? mi pare sia abbiate almeno un dovere morale verso chi chiede un consulto:
[#4] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
non è possibile questo uso del servizio: lei ha chiesto un centinaio di consulti reiterando molte volte la stessa domanda, cosa che le linee guida vietano, e a ragion veduta. E' dal 2011 che pone quesiti sulla stanchezza ed è evidente che non è un problema che può essere risolto ONLINE!
Lei rischia di affidarsi eccessivamente al web, aumentando la sua ansia se non ha problemi di salute oppure rimandando le visite mediche necessarie in caso abbia una vera patologia.

Si affidi al proprio medico curante senza cercare sul web informazioni che non possono essere utili nel suo caso.

Cordiali saluti,
staff@medicitalia.it