Utente 249XXX
Salve, nel maggio del 2012 sono stato operato al varicocele sinistro. Ora, oltre ad un idrocele presente sempre a sinistra già dopo un anno dall’intervento, mi è stato diagnosticato attraverso ecodoppler un varicocele di terzo grado a destra. L’ecografista mi ha detto, come da prassi, di fare lo spermiogramma (che comunque avrei dovuto fare per via dell’ astenospermia che sto curando. In passato avevo anche l’oligospermia che è scomparsa dopo l’intervento). Ora avrei due domande: 1) Ho letto che il varicocele a destra può anche essere sintomo di un tumore: dovrei preoccuparmi per questo? 2) E’vero che il varicocele destro generalmente non si opera ed è difficile che porti problemi di infertilità? Sinceramente, dopo un intervento già avuto, spero vivamente di poter convivere con quest’altro varicocele senza dover ricorrere ad ulteriore intervento.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Il varicocele destro è stato molto sottovalutato e talvolta ignorato dagli stessi Specialisti abituati ad operare nel modo tradizionale (accesso ilioinguinale sx). Con l'affermarsi di nuove tecniche chirurgiche e microchirurgiche l'attenzione degli Andrologi chirurghi si è rivolta maggiormante a questa anomalia che è presente più spesso di quanto si creda.

Il discorso è semplice: se il varicocele destro è causa di ridotta fertilità va rimosso chirurgicamente al pari di quanto si fa per il sx essendo anch'esso responsabile di alterata dinamica vascolare del corrispondente testicolo.

Non si preoccupi dei tumori; faccia la valutazione della fertilità e ci tenga informati.

A presto.