Utente 349XXX
Buonasera, Vi scrivo in merito a quanto mi è accaduto durante l'estrazione di 2 denti dei giudizio, rispettivamente superiore ed inferiore nel lato sx. Mi sono recata all'ospedale il giorno martedì 10/06/2014 (ossia 3 gg fa) per far rimuovere i suddetti denti da un chirurgo maxillo facciale. Premettendo che non ho mai avuto alcun problema salutare e che ho 24 anni ciò che mi è accaduto mi preoccupa alquanto. Appena il dottore mi ha iniettato l'anestesia sia sopra che sotto mi si è gonfiata la faccia dalla parte sx "modalità pallone". Notando la mia immensa agitazione e il mio panico nel vedere questa reazione, l'assistente mi ha rassicurata dicendomi che a volte può capitare che l'anestesia entri nei tessuti. Dopo una decina di minuti il dottore ha iniziato l'estrazione (molto rapida e direi non dolorosa, per estrarre entrambi i denti ha impiegato 10 minuti o poco più: quello superiore era "spuntato" mentre quello inferiore era all'interno). Sta di fatto che finito l'intervento sono tornata a casa con la faccia come un pallone (che lentamente si sta sgonfiando). Non mi è venuta la febbre..mi è spuntato un leggerissimo e piccolissimo ematoma scomparso dopo un giorno ma una volta finito l'effetto dell'anestesia mi persiste questa sensazione di "scottatura- leggero pizzicore" solo ed esclusivamente sulla punta della lingua. Percepisco sapori, riesco a parlare e a muoverla correttamente senza problemi e non ho il disturbo di "non sentirla" infatti non mi è mai capitato di morsicarla o di avere problemi con la masticazione del cibo. Adesso noto che sulla lingua dalla parte sinistra ho un puntino nero (ematoma piccolissimo) come se fosse stata presa dentro con i ferri utilizzati durante l'estrazione e sulla punta della lingua ci sono dei puntini rossi. Sono tornata dal dottore per avere delle delucidazioni il quale mi ha prescritto una cura a base di deltacortene x 5 gg (i primi 3 giorni, 2 capsule mentre i successivi 2 giorni, 1 capsula) e poi x 30 gg una compressa 3 volte al dì di Be-Total e sempre x 30 gg una compressa 3 volte al giorno di Nicetile compresse. Il dottore mi ha gran poco rassicurata dicendo che non essendo un veggente non ha la capacità di dirmi se mai passerà questa sensazione e che per quanto ne sa lui la situazione potrebbe essere irreversibile come no. Ho letto di casi in cui questa sensazione è diventata permanente a causa di una lesione al nervo linguale e ho il terrore che ciò sia potuto accadere anche a me in sede d'intervento. Sono passati solo 3 giorni dall'intervento ma non trovando conforto da parte di questo medico chiedo consulto a Voi. Potete consigliarmi qualcosa? Potrei riportare una lesione permanente? Vi Ringrazio anticipatamente, Beatrice

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
quanto da lei riferito é ascrivibile ad un risentimento del nervo linguale ma é prematuro valutare se sia temporaneo o permanente, per altro in ragione dell'esiguità del sintomo.
La rassicuro consigliandole di seguire la cura prescritta e di rivalutare successivamente il problema poiché il sintomo riferito é comunque minimo rispetto ai casi da lei letti (dove?!).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 349XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera Dottore,
La ringrazio vivamente per la pronta risposta. Ho letto di casi analoghi su vari blog come http://www.amicidibrugg.it .
Come da Lei consigliato allora continuo la cura nella speranza che tutto possa tornare come prima.
La ringrazio per la Sua disponibilità,
Beatrice.