Utente 349XXX
Dopo un mese di dolori che mi provocavano zoppia a livello di anca destra effettuo RM: "diffusa alterazione da segnale della testa femorale destra, estesa al collo femorale, da edema della midollare ossea, da riferire in assenza di traumi, a neuroalgodistrofia". Non ho subito nessun trauma, ma tutto questo mi e' successo dopo una decina di lunghe passeggiate di due ore a passo veloce dopo anni di inattività', durante le quali ho preso anche una bruttissima storta molto forte: tutte queste cose possono essere equiparate ad un trauma? L'ortopedico mi ha prescritto:
Usare due bastoni canadesi per 5 settimane per scaricare, 100mg di bifosfonati ogni 3 giorni per 30 giorni, e a seguire ogni settimana per due mesi, onde d'urto ecoguidate.
La seconda domanda: le onde d'urto sono compatibili con bifosfonati? Mi pare che qualcuno su questo sito abbia detto che sono incompatibili: nel caso sia vero, perché sono incompatibili?
[#1] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella
48% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Caro utente,

può essere che io stesso abbia parlato di incompatibilità tra onde d'urto e bifosfonati; ma si tratta senz'altro di un post vecchio, in quanto le tendenze più recenti della comunità scientifica sono ad associare le due terapie senza problemi.
Addirittura i bifosfonati sono stati riabilitati persino nel post-operatorio di chirurgia protesica, cosa che fino a poco tempo fa era un assoluto tabù.
Aggiungo che anche la magnetoterapia e l'ossigenoterapia iperbarica sono ottime possibilità, e -se l'edema è importante- cercherei di percorrere più strade possibili.

Importantissimi i controlli seriati con RMN, e NON RIPRENDA IL CARICO finché la RMN non mostra miglioramenti.

Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 349XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dott. Caldarella, grazie per la sua risposta. Seguirò il suo consiglio di non riprendere il carico finché non si hanno miglioramenti da RMN e quindi non solo per 5 settimane come mi ha prescritto l'ortopedico. Approfitto della sua disponibilità per chiedere se una decina di passeggiate a passo veloce di circa due ore per fare un po' di attività fisica (wall ing.) dopo anni di inattività possono essere equiparati ad un trauma che ha causato l'edema; in tal caso si potrebbe escludere una causa vascolare (ischemia/infarto midollare, etc) ed essere più tranquilli per il futuro? La ringrazio in anticipo.