Utente 350XXX
Buon giorno, ho 25 anni e mi è stata diagnosticata, in seguito ad ecografia transrettale, una ciste mesoprostatica a contenuto uniformemente anecogeno sferifome allungata della lunghezza massima di 11 mm. Non presenza di calcificazioni e vescicole seminali simmetriche, congeste +++ e dilatate. Mi han detto che l' ho sempre avuta, ma mi chiedo perchè non me ne sia mai accorto e perchè non abbia mai avuto dolori. E' solo da circa 4 mesi che avverto questi dolori addominali che mi hanno spinto ad approfondire l' argomento.
Questa ciste si trova proprio sopra la via seminale, e pare che ostruisca le vie seminali; la diagnosi dice che potrebbe ostacolare la risalita degli spermatozoi dai testicoli (probabile causa di dolori scroto - testicolari) compromettendo la mia fertilità e possibilità di avere figli. Inoltre questa ciste provoca dolori più o meno frequenti all' addome a livello della prostata, più o meno intensi, ma sopportabili, dovuti probabilmente a infezioni o infiammazioni correlate a questa probabile ostruzione delle vie seminali e urinaria (si è pure visto dall' ecografia che dopo aver urinato la vescica non si svuota completamente del tutto). Io sono un uomo che desidera famiglia, per cui il fatto che questa cosa possa ostacolare o limitare la possibilità di prolificare mi spaventa e mi rende piuttosto turbato. Peggio ancora, da come mi hanno detto, c' è poco da fare, bisogna tenerla e sopportarla questa ciste. Io mi chiedo come sia possibile accettare a 25 anni l' idea di non avere figli e sopportare per una vita intera dolori e bruciori fastidiosi. Mi hanno semplicemente detto che si deve sopportare con l' aiuto di antidolorifici. Ma è possibile? Per questo motivo chiedo anche il vostro parere e consiglio: possibile che questa ciste non si possa curare e si debba tenere? Possibile dover sopportare dolori e bruciori (causati da queste infezioni e infiammazioni dovute all' ostruzione delle vie seminali e urinarie) per una vita? Non si può rimuovere chirurgicamente, o rimpicciolire, o semplicemente liberare le vie seminali in modo da poter avere una vita sessuale e sentimentale come si deve? Perchè un uomo che non si può riprodurre è logico che abbia pure difficoltà ad avere una vita sentimentale normale, e dato che io ci tengo a tutto ciò, chiedo il vostro consiglio. Vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
prima di fare tutte queste ipotesi faccia esame del seme. Tali cisti possono o non possono ostruire e si vede dall' esame. La terapia è semplice e definitiva, in ogni caso. Tranquillo.
[#2] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per il consiglio, questa diagnosi e queste ipotesi sono state comunque fatte dall' urologo che mi ha visitato, non le ho fatte io. Mi ha già prescritto lo spermiogramma, da fare fra circa 3 mesi, appunto per verificare queste ipotesi. In che cosa consisterebbe la terapia? Grazie mille in anticipo.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Facile: resezione endoscopica attraverso l' uretra. Se la si punge soltanto recidiva.
[#4] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Scusi la mia ignoranza, in che cosa consiste in parole povere questa cosa?
Se è vero che l' ho sempre avuta questa ciste, come è possibile che non abbia mai fatto male e non me ne sia mai accorto? E' solo da 4 mesi che è iniziato questo fastidio.