Utente 700XXX
Salve,
ultimamente il mio intestino mi pare un po' troppo indebolito..
vado al bagno NON PIU' di una volta al giorno, con punte di stitichezza di 3-4 giorni, feci solitamente poltacee, qualche volta diarrea. Ogni volta sensazione di freddo e pelle d'oca nel momento dell'espulsione (questo da anni)..

Il problema che però mi attanaglia maggiormente è che nell'ultimo periodo il mio intestino sembra diventato delicatissimo, in casa se c'è una finestra aperta me ne accorgo subito, perkè iniziano movimenti intestinali/gas e leggero dolore di pancia.. se vado in bici stesso problema; ultimamente vado in piscina(consigliata dal reumatologo per problemi articolari che stanno uscendo negli ultimi mesi inesorabilmente in un po' tutto il corpo) e lo stare in acqua pare che mi aumenti ancora di piu' tutti questi movimenti interni. Che migliorano solo alla prossima defecazione, che pero' arriva tra 1 e 4 giorni massimo, quindi è una cosa continuata questo "movimento"..

Altra cosa, quando sto a letto, queste sensazioni aumentano se sto poggiato sul fianco sinistro,o a pancia in giù..

Mesi fa andai dal gastroenterologo e mi disse colon irritabile, senza farmi fare nessuna analisi ne toccandomi.. mi face escludere solo la celiachia con degli esami (esclusa)..

Avrei bisogno di un parere, ma non del tipo "VAI A FARE UNA VISITA GASTROENTEROLOGICA".. piuttosto consigliatemi un esame, che è sempre meglio farne uno in più che uno in meno..

grazie a chi si interessasse al caso
[#1] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente,
naturalmente senza una visita diretta non si può averne la certezza ma mi sembra che il suo sia un problema di tipo funzionale (cioè che dà ancora solo sintomi fastidiosi ma senza nessun danno d'organo, quindi gli esami da fare servono a ben poco) di origine probabilmente psicosomatica unito ad una sua tendenza costituzionale che tende a "scaricare" nel suo punto debole,l'intestino.
Tutti i sintomi che ci dice sarebbero di grande importanza per un medico omeopata che le potrebbe dare una cura profonda che la aiuti a ritrovare il suo equilibrio.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 700XXX

Iscritto dal 2008
grazie mille della risposta, effettivamente sta andando proprio così, il gastroenterologo (il secondo) non ha idea di cosa possa essere, mi ha dato solo svariate pasticche e fermenti lattici per migliorare la defecazione (cambiato nulla..)

Avevo fatto anche sangue occulto 3 giorni, e niente..

La colonscopia non hanno interesse a farmela fare perkè son sintomi che non hanno molto a che vedere con le patologie "standard"..

Quindi, consiglia un NATUROPATA o un omeopata..?

Ma ci sono chances che la situazione migliori? io la vedo dura ormai..

grazie e saluti
[#3] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Gentile utente,

le consiglio un omeopata (e le consiglio un unicista) perchè è un problema di competenza medica.

A mio avviso ci sono ottime probabilità che con la cura giusta risolva il suo problema. La cura dovrà essere profonda e indirizzata a tutta la persona (anche al lato psicologico) e non limitarsi al trattamento dei soli sintomi fisici.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 700XXX

Iscritto dal 2008
grazie mille, senta, ma dove posso trovare un elenco di omeopati unicisti della mia città (milano) ?
non riesco a trovare niente sui motori, se non SCUOLE di omeopatia..

grazie e saluti
[#5] dopo  
79426

Cancellato nel 2010
Buongiorno,
non esistono degli elenchi visibili su internet.
Se vuole il nome di qualche collega mi scriva a tancredi.ascani@hotmail.it

Saluti
[#6] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
alcune società scientifiche mediche di omeopatia pubblicano, a beneficio degli utenti, l'elenco di colleghi iscritti che praticano medicina omeopatica in diverse città italiane. Una di queste società e la SIOMI (soc. it. omeopatia e medicina integrata)
www.siomi.it
Cordiali saluti.