Utente 122XXX
Salve! Desideravo un chiarimento. Mia madre, 76 anni, 5 anni fa è stata operata di Ka al colon. L’esame istologico non ha comportato il ricorso a cure chemioterapiche, radiologiche o comunque farmacologiche. L’oncologo ci ha, però, suggerito di effettuare periodicamente dei controlli preventivi, tipo TAC, Ecografia, controllo delle feci, etc. L’anno successivo è stata sottoposta ad un nuovo intervento alla vulva. Per fortuna, l’intervento dell’anno precedente non ha mostrato recidive e ci è stato confermato che si trattava di una nuova e diversa problematica non collegata alla vecchia. Ha subito una vulvectomia radicale. Anche questo relativo esame istologico non ha comportato il ricorso a cure chemioterapiche, radiologiche o comunque farmacologiche. Da allora è stata sottoposta a continui controlli semestrali: TAC con e senza MdC, ecografie, mammografie, Pap Test, Antigene SCC. Tutti i controlli sono sempre stati nella norma. Nell’ultimo controllo, però, dalla TAC con e senza MdC e Antigene SCC sono emerse due cose: una calcolo di dimensioni 7,5mm della colicisti e un valore dell’SCC al di sopra della norma: 2,1, invece di essere nella norma tra 0-1,5 come si legge nel foglietto del laboratorio analisi. Poichè in Rete ho letto che i valori dell'SCC possono essere alterati anche dai calcoli della colicisti, si può ritenere che l'aumento dell'SCC sia dovuto a questo, oppure ci si deve preoccupare delle ricomparsa del tumore? Grazie anticipatamente della risposta. Saluti
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
STAREI MOLTO TRANQUILLO; UNA RONDINE NON Fà PRIMAVERA. MAGARI FRA QUALCHE MESE FACCIA UN RI CONTROLLO DEL VALORE.
[#2] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Egregi dottori, scrivo sempre per aver dei chiarimenti sulla stessa problematica del post precedente. Mia madre, da circa un mese, lamenta un dolore all'inguine sx. Ha effettuato una TAC con MdC e non è fortunatamente apparsa alcuna formazione sospetta nel resto del corspo, tranne questa massa delle dimensioni 70 x 70 x 80 cm. Potrebbe trattatrsi di una semplice infiammazione del linfonodo o, comunque, di una recidiva? Lei sostiene che quella massa, infiltrata nella massa muscolare, tira e le provoca dei dolori. Grazie anticipatamente a chi risponderà. Saluti