Utente 319XXX
Salve sono un ragazzo di 22 anni, alcuni mesi fa mi è stato riscontrato un varicocele di secondo grado al testicolo sx, si è deciso in seguito di operare.
Prima dell' operazione ho eseguito uno spermiogramma ed i valori erano tutti nella norma tranne la %forme normali che era 4%.
L' operazione è andata a buon fine e dopo 3 mesi ripeto uno spermiogramma, dove riscontro che il totale e la concentrazione degli spermatozoi raddoppiano ( la concentrazione da 23.000mm3 a 42.000/mm3 e la totalità da 57.500.000 a 92.400.000) e in più i leucociti passano da 100/mm3 a 4200/mm3. Inoltre la %forme normali è 2%.
Come nota hanno scritto Leucospermia.
Può questo derivare dall'operazione del varicocele?
Ho letto su internet che cosi tanti leucociti possono indicare un infezione.
Sono preoccupato perché a quanto pare l'operazione ha peggiorato le cose e non so se c'è possibilità di miglioramento.Forse eè una cosa normale post-interveto. Chiedo consiglio a voi.
Grazie per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non esiste alcuna relazione tra l'intervento di varicocele e la presenza di leucospermia,Non ha molto senso eseguire uno spermiogramma 3 mesi dopo l'operazione...Il bilancio fa fatto dopo un anno ed i controlli seminali devono avere una cadenza,perlomeno,annuale.Non si fossilizzi sui numeri e le percentuali, inattendibili dal punto di vista biologico e validi solo da quello statistico.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 319XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta.
Il problema è che non credo sia normale avere più di 4 milioni di leucociti mentre prima dell' operazione solo 100 mila. E poi le forme normali al 2% mi fanno pensare al fatto che ci sia qualcosa che non va.
Secondo lei quale può essere la motivazione per questi due fattori?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...le ho già scritto che il primo spermiogramma va eseguito circa 6 mesi dopo l'intervento.I leucociti vanno considerati come possibile espressione di uno stato flogistico,per cui é plausibile che la leucospermia sia un effetto dello stato infiammatorio legato all'intervento.Non si appassioni ai numeri ed alle percentuali,spesso fallaci,che vanno analizzate da un esperto andrologo con esperienze certificate nel campo della fisiopatologia della riproduzione.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 319XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per le informazioni, attendendo la visita dall' andrologo (le attese nel pubblico sono lunghe) ho deciso di fare una spermiocoltura per sicurezza. Almeno si esclude un infezione.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...se desidera,ce ne trasmetta l'esito.Cordialità.
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

le variazioni dei parametri principali del suo liquido seminale dovrebbero rallegrarla visto i miglioramenti conseguiti dopo la correzione del varicocele
La presenza di leucociti non è un problema rilevante. Ci tenga informati, se vuole, oltre al suo curante ovviamente circa la spermicoltura
cari saluti
[#7] dopo  
Utente 319XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per l' aiuto e il conforto. Sicuramente vi terrò informati!
A presto!
Distinti saluti.