Utente 350XXX
buongiorno dottori,
sto provando a chiarire una situazione fastidiosissima di origine allergica che ormai ho da aprile: improvvisamente, mi è esploso un prurito profondo e insopportabile, appunto circa tre mesi fa. Impossibile dormire la notte, prurito misto a bruciore tra i capelli, dentro le orecchie, dietro gli occhi, in gola, nel naso, e soprattutto sulla schiena, giro vita, braccia e gambe, accompagnato da rossore, ma mai pustole o esfoliazione. Ho fatto immediatamente analisi del sangue: tutto regolare, a parte gli IGE a 1900 (con un range di norma fino a 200). I medici mi hanno detto che sono un soggetto altamente allergico (già lo sapevo!) perchè 1900 è veramente molto. ho aspettato, imbottendomi di cortisone come prescrittomi (ingrassando 5 kg) e ora mi trovo ad avere ancora questo prurito: sporadico, più blando, ma ugualmente fastidioso. Con un sospetto in più però: io fumo saltuariamente cannabis, mi risolve problemi di ipertensione e ansia. Ma ho notato che il prurito si acuisce nel momento in cui fumo. Può essere un'allergia alla cannabis o al thc? Mi sono documentata, ho letto che l'allergene della cannabis è una ltp chiamata can s 3. Volevo sapere, come posso effettuare un test allergologico specifico riguardo queste ltp? Per ora ho effettuato solo i soliti test tradizionali (graminacee, alternarie, pelo etc) ma a parte le allergie che gia conoscevo non mi è risultato null'altro. Grazie!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Il valore così alto può essere causato da diverse forme: dermatite atopica, parassiti intestinali e forme varie infiammatorie.
E' poco probabile una sindrome LTP perchè avrebbe altri sintomi e non solo cutanei. Non so se viene dosato da qualche parte. Dovrebbe cercare nei posti che eseguona ISAC ma non credo che sia il vero problema.
Ha già eseguito una visita Dermatologica?
Potrebbe essere meglio prendere un'antistaminico e non cortisone.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
concordo con il consiglio dato da dottor Scroeder, aggiungo che se seguita da un allergologo può aumentare, se non ci sono controindicazioi, il dosaggio dell'antistaminico, inoltre è consigliabile " trattare bene" la cute, usando dei detergenti poco aggrssivi, e degli emollienti idratanti.
[#3] dopo  
Utente 350XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno dottori, purtroppo non tollero gli antistaminici, mi danno strani effetti neurologici e già in passato me li hanno dovuti sospendere. Ora sto sopportando il prurito senza nessuna cura, avendo sospeso anche il cortisone. Vorrei solo cercare di venire a capo alla causa, anche perché andando avanti così probabilmente continuo a stare a contatto con il fattore che mi provoca allergia senza saperlo!
[#4] dopo  
Dr. Paolo Fancello
24% attività
8% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
ribadisco l'importanza dell'idratazione cutanea per tenere sotto controllo il prurito, e se lei è convinta che la responsabilità sia da attribuire alla cannabis, c'è un modo semplice per verificarlo, interrompere l'assunzione fino a che il prurito eventualmnete non passi completamente e riasumerla.
In ogni caso lo studio di un paziente con prurito è complesso, e vanno considerate non solo le malattie allergiche, della pelle, ma anche le mlattie sistemiche, per cui è indispensabile rivolgersi ad uno specialista nella sua zona, che conduca una diagnosi ragionata e con tutti gli strumenti che si hanno a disposizione.