Utente 233XXX
Gentilii dottori. Sono un ragazzo di 23 anni. Peso 68 kg alto 175. Non bevo, non fumo, non mi drogo. Sono molto emotivo e agitato come ragazzo e molto ipocondriaco. Avendo sempre battiti alti ho deciso di fare un altra visita dal mio cardiologo (ne ho fatte varie negli anni passati). Ha preso un nuovo macchinario e mi ha fatto fare una spiroergometria. Più precisa di un ECG sotto sforzo e con una mascherina che valuta anche la respirazione. Diciamo che non è andata benissimo. Nel senso che sono totalmente fuori allenamento e ho prodotto solo 155 kw. Mi ha detto che il mio problema è che parto già con una frequenza molto alta (sopra i 100) probabilmente data dalla mia ansia. Ha detto che la cosa migliore sarebbe allenare il mio cuore solo su 130-35 battiti per sei mesi. Nonostante questo mi ha detto che dovrei fare una visita all'ospedale. E cioè un ECG transesofageo. Lui ha detto che potrebbe essere che ci sia una sorta di 'buchetto' nel cuore. Ha detto che lo escluderebbe (dato anche le visite passate e l'holter, fatto l'anno scorso, che segnava una media di 83 battiti e una minima di 53 alla mattina, quindi non dovrebbe esserci qualcosa di cronico) che piuttosto lo attribuirebbe all'ansia ma che vuole comunque farmelo fare per tranquillizzare me e per avere un quadro completo. Ha detto che comunque non devo preoccuparmi che nel frattempo posso fare sport che non succede niente. Però mi sono molto spaventato. Sia per la visita che è abbastanza invadente sia per il fatto che ci sia veramente qualcosa. Devo essere spaventato? Ho paura di un infarto. Potrebbe creare l'ansia tutto ciò?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Francamente non vedo motivi di preoccupazione e la mia opinione è che lei più che di un cardiologo ha bisogno di uno psicologo. Le sue paure "Ho paura di un infarto...." rappresentano il suo reale problema e i suoi dubbi "Potrebbe creare l'ansia tutto ciò?" esprimono la consapevolezza di una condizione che lei non riesce a controllare da solo.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore. La ringrazio per risposta. Sono, effettivamente, un soggetto molto ansioso giù in cura da uno psicologo. Ormai l'ecg transesofageo è prenotato e il Cardiologo ha detto che devo farle per togliermi ogni dubbio, nonostante sia una vista abbastanza invasiva. Volevo chiederLe se in questo esame ci sono dei pericoli o delle controindicazioni.
La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No in mani esperte non è pericoloso,anche se si tratta di una indagine poco piacevole per lei...
[#4] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Qualche anno fa feci una gastroscopia con una leggera anestesia. La sensazione non è piacevole ed hanno detto che questa visita è molto simile. La ringrazio ancora.
[#5] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore, ho fatto l'esame oggi e questo recita il referto:

Facile introduzione della sonda previa anestesia locale con Xylonor Spray.
Non si apprezzano alterazioni trombotiche in auricola sinistra, non segni di ecocontrasto spontaneo.
Non segni di pervietà del forame ovale. Valvole nella norma

Mi può dire qualcosa a riguardo?