Utente 351XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 21 anni. Da due mesi circa sto manifestando dei problemi di erezione nel quale il pene non riesce a raggiungere un'erezione completa e soddisfacente; ciò si accompagna ad un eiaculazione precoce. Specifico che sono ancora vergine e non ho mai avuto ancora alcun rapporto e quindi tali problemi si verificano durante la masturbazione. Per ciò che riguarda le erezioni mattutine, esse si verificano qualche volta ma sempre con un'erezione non completa. Da qui a questa parte ho notato anche un leggero calo del desiderio dovuto probabilmente all'insoddisfazione di questo periodo. Ho consultato il medico di base che mi ha fatto un esame al pene e ai testicoli dicendomi che era tutto nella norma. Ho anche preso dell'arginina per 20 giorni ma senza ottenere risultati.
Vorrei sapere se ci può essere qualche correlazione sul fatto che io sia ancora vergine e i sintomi sopra descritti, visto che adesso quando mi masturbo ho notato di essere molto meno eccitato e coinvolto mentalmente. Forse a livello mentale e fisico mi sono semplicemente stancato di far tutto da solo e ho bisogno di qualcosa in più?

Ringrazio tutti per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ho la sensazione che ci troviamo dinanzi ad un caso,molto frequente,di porno dipendenza da web.La assenza di esperienze sessuali dovrebbe impedire i voli di fantasia,quasi sempre negativi,che la visione di immagini e filmini che inondano la rete provocano,specialmente nel giovane uomo.Contatti un esperto andrologo per sottoporsi ad una routinaria visita andrologica ed,eventualmente,coinvolga nel percorso uno psicosessuologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
Mi associo alla risposta del dr. Izzo.
Parlare di disfunzioni sessuali, senza vita sessuale, mi sembra un paradosso.

Sarebbe utile evitare di monitorare l' autoerotismo, forse sarebbe il caso invece di spostare l' attenzione alla "componente relazionale" della sua sessualità.
L' auto osservazione della sessualità, in sessuologia, si chiama " spettatoring" e non aiuta la spontaneità della risposta sessuale, che dovrebbe seguire il desiderio e l' immaginario.