Utente 268XXX
Buonasera.
Sono un ragazzo di 23 anni e da un paio di anni avverto che sempre più
il mio desiderio sessuale diminuisce; non ci penso mai neanche in periodi in cui i miei livelli di stress sono bassissimi.
E' una cosa veramente molto strana dato che sono sempre stato un ragazzo con "l'ormone a mille" fino a qualche anno fa..
In passato ho avuto una prostatite batterica (18 anni) curata sia con antibiotici e adesso mantengo comunque con una cura omeopatica...Ultimamente mi sono recato da un primario di urologia per vedere le condizioni della prostata reni surreni vescica ecc ecc per capire se la mia scarsa voglia e mancata erezione derivasse da un problema prostatico o urogenitale; il medico in risposta a questa visita mi ha detto che ho tutto completamente regolare tranne delle innocue calcificazioni a livello prostatico segno di una guarigione da una forte infiammazione (quella che praticamente ho avuto a 18)
A questo punto vorrei verificare un po i livelli ormonali dato che con il tempo cercando, indagando e affidandomi a molti specialisti ho dedotto che non si tratta di un problema di erezione ma non ho proprio voglia è ripeto è una cosa molto strana da parte mia;
Chiedevo quindi: quali ormoni devo andare ad analizzare a livello ematico ?
testosterone totale, tsh e poi?
Vi dico subito che, dato aver consultato migliaia di urologi e andrologi sono al corrente di tutto ciò che riguarda i fattori di rischio : stress, periodi, psicosomatici ecc ecc.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità vi prego di essere più esaustivi possibile per un ventitreenne avere un problema simile qualsiasi sia la natura è una cosa bruttissima molte volte pensandoci mi sento proprio morto dentro e depresso. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,é singolare come,avendo consultato migliaia di specialisti,non sia al corrente dell'equilibrio ormonale che dovrebbe garantire il benessere sessuale di un maschio.Gli esami da eseguire,sono :testosterone totale,17 beta estradiolo, LH,FSH,prolattina e quant'altro si possa evincere dall'esame obiettivo e dall'anamnesi.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

in genere è abbastanza improbabile che un giovane abbia alterazioni ormonali senza la presenza di segni clinici significativi
Cerchi di evitare di fare il "medico di sè stesso", se ha dei dubbi consulti un andrologo o endocrinologo che "decidera' lui" quali esami sia opportuno effettuare.
Sente di avere una buona erezione? Ne parli con un andrologo ( senza cercare i "grandi professori")
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
Dr. Izzo la ringrazio per l'interesse.
Il motivo per il quale non sono a conoscenza dell'equilibrio ormonale che dovrebbe garantire il benessere sessuale di un maschio, è perchè inizialmente credevo che la disfunzione provenisse da un problema più che altro "funzionale" e quindi ho girato molti studi anche perchè, come ho spiegato nel precedente post ho avuto una prostatite abbastanza importante che mi ha recato problemi di minzione ed eiaculazione qualche anno fa. Adesso accertatomi che la situazione è risolta al 100% credo che il mio problema derivi o da un deficit ormonale oppure sono solo "inganni della mia mente"....Appunto per questo volevo tentare quest'ultima spiaggia in modo che se anche questo esame vada a buon fine e quindi tutti i miei valori risultassero nella norma, io mi possa auto convincere che va tutto bene. Lo so sembra un discorso poco coerente ma voglio essere più sicuro.
A capo di ciò volevo chiederle oltre al testosterone totale,17 beta estradiolo, LH,FSH e prolattina quali altri ormoni devo andare ad analizzare? La mattina in cui mi dovrò recare in laboratorio per il prelievo è indicato il digiuno?
Grazie ancora per l' interesse aspetto Sue risposte.
Cordiali saluti.


Dr.Pozza il motivo per il quale non mi sono rivolto ad uno specialista è meramente economico dato che frequento un corso di studi fuori sede e mi trovo in una situazione economica momentaneamente precaria.
[#4] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.