Utente 351XXX
Qualche mese fa mentre facevo allenamento si girò il piede.
Dopo un po' di tempo andai dal dottore e feci un ecografia che mi rilevava:
Rottura del fascio fibulo-astragalico anteriore del legamento collaterale esterno con gap 2mm.
Integri il fascio fibulo-astragalico posteriore ed il calcaneo-fibulare.
Lieve imbibizione dei tessuti molli adiacenti al legamento.
Integro il legamento triangolare, leggermente ispessito edematoso nella sua porzione posteriore.
Non si segnalano alterazione significativa a carico del tendine compartimentali.
Achilleo regolare per spessore ed ecostruttura.
Dopo questa diagnosi il medica mi ha dato 10 magnetoterapie e 10 tecar dopo di queste (esattamente dopo un mese dall ecografia) ne ho fatta un altra:
Si conferma la rottura persistente del fascio fibulo-astragalico anteriore del collaterale esterno al 1/3 prossimale ( gap= 2 mm).
Ridotta l' indebolizione flogistica deo tessuti molli adiacenti al fascio d' interesse.
La mia domanda adesso è:
Cosa devo fare? Devo pensare ad un operazione?
La caviglia avvolte fa molto male e non la sento "sicura".
Im caso di operazione dopo quanto tempo posso tornare allo sport? Dopo la caviglia sarà piu fragile oppure torna come prima? Grazie in anticipo per le risposte
[#1] dopo  
Dr. Massimo Biondi
20% attività
16% attualità
0% socialità
QUALIANO (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Egr. Sig.

Alla luce di quanto esposto e della terapia praticata , si consiglia intervento chirurgico ai fini di una ripresa funzionale ed eventuale sportiva vista la giovane età . In alternativa pratichi ciclo di esercizi posturali propriocettivi e ciclo di Laserjag (25w) venti sedute .