Utente 757XXX
Salve, 5 giorni fa ho subito un intervento per una cisti sebacea nell'inguine sinistro.
A febbraio avevo già subito lo stesso intervento per lo stesso problema, quindi innanzitutto non capisco come si sia verificata la "ri-apparizione" del medesimo problema nella stessa zona, è possibile che non avessero ripulito chirurgicamente la zona in modo adeguato?
Adesso però il problema è che dalla ferita, dove ancora ho i punti di sutura, esce del liquido giallognolo che mi costringe a cambiare il cerotto e a disinfettare la ferita tre volte al giorno. Questo inoltre mi provoca fastidi quali bruciori e prurito.
Concludo dicendo che, data il mio timore per questo genere di interventi e per la delicatezza della zona, sono stata molto cauta e ho cercato di bagnare la zona meno possibile, anche se in realtà il liquido che fuoriesce la tiene continuamente inumidita.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La cosa piu' verosimile e' che si sia infiammata un' altra cisti, essendo l' inguine una zona ricca di ghiandole.
La secrezione potrebbe essere sierosa o purulenta.
Una visita di controllo permettera' di chiarire la natura del problema e trattarlo di conseguenza. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 757XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la risposta.
Quello che mi chiedo ora è, non c'è un modo per evitare che queste cisti si infiammino? c'è qualche motivo particolare che causa questo avvenimento? si può ricorrere solo all'ittiolo per cercare di curarle senza intervento chirurgico?

Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si puo cercare di evitare i microtraumatismi ma la possibilita' che si infiammino comunque rimane.L' ittiolo serve solo a far 'maturare' un ascesso gia' in formazione
[#4] dopo  
Utente 757XXX

Iscritto dal 2008
Innanzitutto grazie per la celerità delle risposte e per il servizio offerto.
Mi trovo di nuovo a scrivere perchè, a una settimana dall'intervento, mi hanno tolto i punti, ma la ferita è ancora ampiamente aperta..è normale? Non mi è stata prescritta nessuna cura antibiotica, non c'è rischio di infezione? Mi è stato solo detto di disinfettarla ogni giorno, ma non resterà una cicatrice?
Mi sorgono questi dubbi perchè, avendo già effettuato lo stesso intervento qualche mese fa, noto un comportamento completamente differente tra i due chirurghi che mi hanno operata e questo mi mette un po' nel panico e nel dubbio.

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
E' possibile, guarira' piu' lentamente.
Si, sicuramente restera' una cicatrice.
[#6] dopo  
Utente 757XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, mi ritrovo a scrivere su questo sito perchè a quanto pare la mia odissea non è ancora finita.
Per tutta l'estate ho avuto dolori nella zona interessata, fuoriuscita di pus e febbri intermittenti.
Sono tornata dal chirurgo che mi ha operata l'ultima volta e mi ha detto che devo rieseguire l'intervento.
3 volte in 6 mesi mi sembra alquanto eccessivo per una cisti!
Del resto io non so cosa fare. Non capisco se faccio qualcosa di sbagliato, ma sono stata tutta l'estate a disinfettare la ferita, non sono stata al mare e l'ho tenuta sempre protetta da un cerotto.
Il chirurgo mi ha detto che stavolta procederà asportando molto più tessuto, ma anche l'altra volta mi aveva detto di aver proceduto in questo senso. Non credo nemmeno sia colpa del metodo di esecuzione dell'intervento, dato che la prima volta avevo effettuato l'intervento in un altro ospedale con un altro chirurgo.
Può sembrare una patologia banale eppure mi sta causando un sacco di problemi, anche lavorativi.

Grazie
[#7] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Immagino il suo disagio, purtroppo a distanza non credo sia possibile dire nulla di piu' e augurarle che questo nuovo intervento sia definitivo.
[#8] dopo  
Utente 757XXX

Iscritto dal 2008
è passato un mese dal terzo intervento per quella maledetta cisti..sembrava andare tutto bene, invece è tornata, sempre nello stesso posto, eppure il chirurgo mi ha detto di aver asportato molto tessuto in modo da evitare che restassero residui...io non capisco.
cosa posso fare? da cosa potrebbe dipendere? non mi è stata mai prescritto nessun tipo di esame...a chi potrei rivolgermi? potrebbe essere un problema ormonale o qualcos'altro?
mi sono già operata tre volte e sempre a distanza di un mese avviene un processo di suppurazione. ormai sono scettica sull'efficacia di un nuovo intervento chirurgico, ma questa cisti, essendo nell'inguine, mi provoca fastidi e dolori.

Grazie