Utente 351XXX
Operata al seno six mastectomie totale nel 1992 per carcinoma duttale infiltrante pT1c pN0 RE pos ho seguito poi fino ad oggi terapia con tamoxifene 20 mg al gg ma adesso il mio medico mi dice che devo smettere terapia altrimenti mi intossico! Preciso che al momento dell'intervento mi era stato detto di proseguire la terapia con tamoxifene A VITA....Vorrei sapere se devo smettere veramente e di colpo netto come dice medico,fin da subito, o se meglio progressivamente piano piano visto che dopo tanto tempo il mio corpo ormai si è' abituato alla terapia ho tutti gli esami in ordine compreso fegato,marker tumorali ecc ecc tutto è' nella norma , dal tempo dell'inizio terapia fino ad oggi, allora perché dovrei smettere la terapia? E se tra dieci anni mi ritorna il cancro all'altro seno? Ho già' un piccolo fibroadenoma che teniamo sotto controllo e che da 22 anni non si è' mosso, magari grazie anche al tamixifene... Io psicologicamente Non mi sento di smettere perché' mi sembra di perdere il mio ombrello parafulmine senza questa terapia, lei cosa ne pensa? Grazie per una cortese risposta
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Io sentirei il parere di un oncologo anche perché lo assume già da 22 anni.

Normalmente il trattamento con il tamoxifene è prescritto per cinque anni, anche se alcuni oncologi lo prescrivono per due anni . Attualmente si ritiene che cinque anni siano la durata ideale per pazienti in pre-menopausa, mentre per le pazienti in post-menopausa la durata è variabile. Sono in corso degli studi miranti a verificare per quanto tempo dovrebbe estendersi il trattamento con il tamoxifene dopo l'intervento per carcinoma mammario anche sino a 10 anni.

Comunque si discute ogni caso e si personalizza la terapia, ma prescriverlo A VITA dopo l'intervento francamente è la prima volta che lo sento dire.

>> Io psicologicamente Non mi sento di smettere perché' mi sembra di perdere il mio ombrello parafulmine senza questa terapia, lei cosa ne pensa? >>

Penso che la sua idea sia sbagliatissima (^___^). Parafulmine è lo stile di vita (=PREVENZIONE PRIMARIA)

Legga

PREVENZIONE PRIMARIA (= stile di vita)
(Alimentazione + attività fisica)
http://www.medicitalia.it/salvocatania/news/2253/FERMI-TUTTI-La-dieta-a
http://www.senosalvo.com/terapia_metronomica.htm
http://www.senosalvo.com/tutti_abbiamo_un_tumore.htm
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
http://www.medicitalia.it/salvocatania/news/90/L-attivita-fisica-riduce


Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Gentilissimo dott Catania,
La ringrazio di cuore per la gentile e pronta risposta!
Sono d'accordo con Lei che il parafulmine sono lo stile di vita, l'alimentazione, lo sport e l'attività fisica, ecc ....ma deve comunque ammettere che anche il fattore psicologico conta tantissimo nella formazione dei tumori e nello sviluppo delle malattie!!!!
Mi ricordo che ai tempi della mia operazione il prof che mi aveva operato mi diceva spesso che prima di tutto i tumori e le malattie partono dal cervello e dalla psiche e che bisognava essere il piu' positivi possibili proprio per evitarle!
La mia paura a smettere la terapia è legata solo al fatto che, al momento, NON sono proprio del tutto propensa e pronta a smettere, devo prendere dentro di me questa decisione e staccarmi da questa " abitudine"!!!!!
ho già sentito il parere di un Oncologo e mi ha detto esattamente le stesse cose che mi ha detto Lei nella sua risposta
Ho superato cose molto piu' gravi di questa e SICURAMENTE SUPERERO' ANCHE QUESTA PAURA, NE SIA CERTO!!!!!!!!!!
(_____) SOLITAMENTE IO SONO MOLTO MOLTO POSITIVA.....!!!!
Naturalmente leggerò con interesse gli articoli dei link alegati alla Sua risposta
Ancora un grazie ed un cordiale saluto (_____)