Utente 125XXX
Gentili dottori, Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione che mi presterete. Mi trovo fuori città per un viaggio di piacere e, penso a causa delle troppe ore trascorse in piedi, in giro per gallerie d'arte e monumenti, ho cominciato ad avvertire un mal di schiena che, piano piano, è diventato sempre più forte impedendomi quasi di camminare. La zona interessata è quella lombare. Quando il dolore è forte, lo diventa ancora di più quando cerco di sedermi, piegando quindi la schiena, per poi diminuire col riposo, fino a passare del tutto. Riprendendo a camminare, però, si ripresenta spingendomi a cercare una panchina per riposarmi. Il dolore si riacutizza tossendo, o, addirittura, ridendo e, quindi, ogni qualvolta impiego i muscoli della zona lombare. Dato che rientrerò a casa tra una settimana e dovendo ancora trascorrere diversi giorni in giro, potreste darmi qualche consiglio, in attesa di farmi visitare da un medico al mio rientro? Aggiungo che trascorro una vita alquanto sedentaria, rimanendo più di otto ore al giorno davanti ad un computer. Inoltre, ho già avvertito in maniera meno invalidante questo dolore, durante il fine settimana, quando mi dedico alle pulizie domestiche. Rimango in attesa di un vostro parere e vi ringrazio. Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile signora,la sua lombalgia va seguita e va controllata la causa di questa sintomatologia.
Un consulto ortopedico ed un esame radiografico del segmento lombo sacrale del rachide vanno effettuati e poi va esaminato ogni dettaglio tecnico prima di fare della fisiochinesiterapia idonea e accurata.
Probabilmente è una discopatia lombare senza alcun particolare risentimento radicolare.
Sole, sabbiature e ginnastica medica specifica già sono le prime indicazioni da eseguire in questa stagione.
Cordialmente