Utente 245XXX
Salve, le scrivo per un problema che riguarda mio padre. Ha 66 anni. Avvertiva spesso mal di testa e, dopo accertamenti, gli è stata diagnosticata l'ipertensione arteriosa. Da gennaio prende una compressa di triatec 5 mg al die. Periodicamente, però, circa ogni 15 gg, comparivano ancora cefalee curate, ogni volta, con lasix per 2/3 gg. Due settimane fa aveva un forte mal di testa con la pressione minima di 120 e, dopo aver consultato il cardiologo, sta assumendo anche mezza compressa di iperten al pomeriggio. Con questa terapia è stato meglio ma, nonostante la pressione regolata secondo le indicazioni del cardiologo, ieri si è ripresentato il mal di testa con pressione minima però su valori normali.
Da aggiungere che mio padre soffre anche di ipercolesterolemia e prende una compressa di sivastatin alla sera. Inoltre, nel 2011 gli è stata asportata una parte di stomaco a causa di un tumore (GIST). I controlli successivi hanno avuto esito positivo.
La mia preoccupazione è quale possa essere la reale causa dei mal di testa periodici. Possono ancora essere legati all'ipertensione o, considerati i trascorsi, potrebbero essere necessari esami più approfonditi per escludere o meno neoplasie?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La concomitanza di cefalea e ipertensione non significa matematicamente che le due cose siano correlate. Il consiglio che mi sento di darle è di approfondire il tutto valutando l'efficacia dellaterapia antipertensiva con un Holter pressorio delle 24 h (che andrebbe comunque ripetuto annualmente durante la stagione invernale). A riguardo le consiglio la lettura dell'art. http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1940-ipertensione-arteriosa-prevenzione-diagnosi.html.
Cordialmente