Utente 276XXX
Salve, cerco di spiegare il mio problema. In pratica 3 anni fa mi sono sottoposto ad intervento per correzzione miopia e astigmatismo. Era un difetto di 3.50dx e 3.00sx con 1.5 di astigmatismo. Dopo l'intervento ho utilizzato vari colliri per 4 mesi e sembra andato tutto perfetto, in effetti ad oggi la mia vista è 10/10. Il problema riscontrato è la secchezza dell'occhio e il rossore. Ritornai per questo problema e il medico mi ordina un collirio per 15 giorni e KEIAL da mettere anche 2/3 volte al giorno per vari mesi. Facendo questa cura sono andato meglio, però ancora ad oggi il problema non è stato del tutto eliminato. Ora vorrei sapere se continuare con la lacrimazione artificiale oppure ritornare per una visita, magari più approfondita? Vorrei ricordare anche che 9 mesi fa nell'occhio sx,in basso, dopo una normale visita il medico mi dice di avere una cisti, però di stare tranquillo che è innocua. L'unica differenza che nell'occhio sx il rossore è maggiore, non vorrei è causa di questa cisti? Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Diego Micochero
32% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Una diminuzione della lacrimazione dopo un intervento di refrattiva è normale, ed è dovuto alla diminuzione dell'innervazione corneale nei mesi post intervento ( successivamente c'è un ripristino ).
La terapia, come giustamente le ha detto il chirurgo, è sostitutiva, cioè a base di lacrime artificiali.
Il problema dell'idratazione corneale è molte volte sottovalutato, senza tenere sufficientemente in considerazione l'importanza del film lacrimale nella fisiologia della visione ( un occhio secco vede sempre meno rispetto a quanto vedrebbe se sufficientemente idratato ).
Quindi è evidente la necessità di tenere bene idratata la cornea continuando nel tempo l'uso di adeguati sostituti lacrimali.
Cordialmente