Utente 351XXX
Salve a tutti.
L'anno scorso ho avuto dei problemi al glande, dall'inizio dell'estate si era presentato un certo arrossamento, che avevo portato anche alla formazione di cisti dolorosissime da cui usciva anche del sangue. Ho fatto delle visite da alcuni andrologi e dermatologi, son risultato negativo al tampone (anche se non mi avevano detto che la mattina avrei dovuto evitare di urinare) e con una serie di creme date dal dermatologo il problema era relativamente passato. Mi son però accorto che se il pene non viene toccato non serge nessun problema e il rossore non compare. Se invece mi masturbo, nel giro di qualche ora torna, quel rossore torna e rimane per 2-3 giorni, sempre che non mi masturbi nuovamente. Il rossore rimane più che altro nella pelle che va a toccare la parte inferiore del glande, nel momento in cui il pene è scapucciato ma anche sul glande. Perché se mi masturbo vi è questo arrossamento? Aiutatemi.
Un saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,i dati forniti sono sfumati e confusi per cui non si può andare oltre all'ipotesi,già accertata,di una balanopostite,la cui natura va diagnosticata con una visita diretta coniugata con un tampone del secreto balcanico.Assume farmaci antidolorifici,antipiretici o altro?Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta.
Non assumo nessun tipo di farmaco. So però di avere la pelle molto sensibile, ho infatti una dermatite atopica e recentemente qualche sfogo sul viso suppongo dovuto a qualche allergia. Ho letto qualcosa su internet riguardo la corretta pulizia del pene accorgendomi di non aver mai eseguito le operazioni consigliate (pulizia con un detergente intimo, risciacquo e asciugatura). Lei che mi consiglia? Dice che è il caso di ricontattare l'andrologo?
Un saluto.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ricorrere a degli accorgimenti igienici é utile.Il ricorso ad un andrologo,opzionale.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta.
Ho comunque notato che la pelle del glande rimane spesso raggrinzita e molto molto secca. La mia preoccupazione sta nel fatto che l'andrologo vedendo che il rossore tornava non sapeva più che fare.
Un saluto.