Utente 276XXX
Buona sera, sono un infermiere lavorante presso un'U.O. di chirurgia generale. Desideravo chiedervi per quale motivo in alcuni grossi interventi di chirurgia addominale come emicolectomie; dopo il posizionamento di un drenaggio addominale intraoperatorio si procede, nelle successive giornate post operatorie, prima, ad accorciare il drenaggio e successivamente ad eliminare sacchetto di raccolta e mettere il drenaggio "sotto garza". Ogni quanto poi si deve lavare il drenaggio in sede addominale con soluzione fisiologica? Ringraziando anticipatamente per il tempo dedicarono e augurando di essere stato sufficientemente chiaro nel formulare la mia domanda; vi porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
L' idea è quella di evitare resti un tramite che potrebbe restare aperto e diventare una fistola.Il lavaggio servirebbe ad evitare il drenaggio si ostruisca.
In realta' sono abitudini non basata su evidenza e non viene fatto in tutti i reparti di chirurgia.
Inoltre, in interventi tipo emicolectomie senza particolari circostanze, la tendenza attuale è quella di non posizionare alcun drenaggio in assoluto.
Segua ovviamente le indicazioni del reparto in cui lavora.
Prego.