Utente 213XXX
Buongiorno, da qualche tempo accuso sempre di più degli spasmi all'altezza dello stomaco che mi portano ad avere della extrasistole e dei sintomi come di mancamento. A volte questi spasmi mi portano ad avere delle eruttazioni a volte no. Di solito per farle passare tossisco. Ultimamente però ho avuto degli episodi molto violenti al punto che mi sentivo mancare.

E' come se ci fosse qualcosa che mi preme da dentro in maniera forte e mi comprime tutta la parte superiore del mio corpo. Ok, non so come spiegare, ma è come se passasse dell'acqua in un tubo vuoto e che questo tubo fosse elastico al punto di allargare il suo spessore e comprimere tutto il resto.

Ho fatto una visita cardiologica e non è venuto fuori nulla di evidente, almeno secondo il cardiologo che ho consultato. Voi cosa ne pensate? E' un problema di stomaco che influisce il cuore o viceversa? O è solo l'ansia, madre di tutto quanto?


Visita cardiologica
"soffio telesistolico puntuale innocente buon compenso di circolo"

Sul sottosforzo è emerso questo:

"modesta tachicardia sinusale con disturbo della conduzione intraventricolare destra. Tipica la ripolarizzazione ventricolare. Assenza di alterazioni del recupero ventricolar rispetto il tracciato di base. Alcuni BEV monoformi all'acme percepiti dal paziente a livello epigastrico"

PS: faccio un lavoro da seduto e faccio poco movimento. Attualmente peso circa 77kg, ho perso un po' di chili con una dieta sempre per ridurre questi fastidi e ho il colesterolo alto 250 che sto provando a trattare con riso rosso fermentato. Gli altri valori sono nella norma anche i trigliceridi. Ho un piccolo nodulo alla tiroide ma i valori sono normali e quindi lo tengo sotto controllo. Nel 2003 sono stato operato di seminoma al testicolo sx ma tutto è ok, fatta radioterapia e controlli ogni anno, nessun problema.

Grazie per qualsiasi info vogliate fornirmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non ha detto se ha già fatto un ecocardiogramma. Se no lo faccia e poi ne riparliamo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la celere risposta, dottore.

L'elettrocardiogramma è stato fatto alla visita cardio (lo stesso medico qualche giorno dopo mi ha fatto quello sotto sforzo) e non è emerso nulla. Queste le info:

Motivo del tracciato: controllo
Anamnesi cardiologica: negativa
Fattori di rischio: no
Farmaci: no
Ritmo: sinusale
F.C.84: B.M.P
Asse: orientato
P.R: 0,19
Q.R.S: 0,09
S.T. Isoelettrico
Osservazioni: atriogramma e ventricologramma nei limiti della norma. Buona la ripolarizzazione ventricolare. ECG nei limiti della norma.
Visita: soffio telesistolico puntuale innocente buon compenso di circolo
Pressione arteriosa: 130/80
Terapia: nessuna
Prossimo controllo: nessuna

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi non ho scritto elettrocardiogramma, ma ecocardiogramma ....
[#4] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Scusi, non avevo letto bene. Se si riferisce ad un eco color doppler è stato fatto e tutto è nella norma.

Mi faccia sapere se si riferiva a questo e se, nel caso, vuole che le scriva ciò che hanno scritto.

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si mi riferivo a questo....e mi basta che lei mi dica che è risultato normale. Le sue extrasistoli sono benigne, possono essere facilitate dai problemi gastroenterici, che però non sono l'unica causa. Può essere di aiuto ridurre l'assunzione di (o evitare) sostanze gasate, cioccolata, caffè, thè, fumo di sigaretta, stress psicofisici.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Dottore grazie per la sua risposta. Un suo collega gastroenterologo mi ha diagnosticato, dai sintomi riferiti naturalmente, che si trata della Sindrome di Roemheld. Ma quando arrivano, mi creda, sono cosi brutti che mi sembra davvero di morire. Non ci sono alternative secondo lei? Dovrò farmi maltrattare il cuore da questo stomaco 'inquieto'. Cosa rischio?

Qui la risposta del suo collega:http://www.medicitalia.it/consulti/Gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/227232/Spasmi-con-erutazioni-e-palpitazioni#1947070

Grazie mille