Utente 351XXX
Buongiorno dottore,
sono una ragazza di 29 anni.
Da fine maggio accuso ininterrottamente di extrasistoli, sia a riposo sia a lavoro, che mi danno molto fastidio.
L ECG riscontra aritmia sinusale con frequenti complessi ventricolari.
L esame holter 24 h ha riscontrato costante presenza di ritmo sinusale tachicardico a fc media 80 bmp, con range di fc compresa fra 43 e 151. Frequenti battiti ectopici ventricolari una volta organizzati in coppie. Sporadici battiti ectopici sopraventricolari. Non paure R-R superiori a due secondi. R-R max 1.78 post extrasistolico ventricolare. Non modificazioni della ripolarizzazione riconducibile a ischemia.
BEV 5445.
L ecocardiogramma non ha riscontrato nessuna patologia. Gli esami del sangue non hanno riscontrato la tiroide.
Dovrò eseguire, come prescritto dal cardiologo, il test ergometrico per valutazione aritmie e come scrive successiva rivalutazione per definizione terapia.
Ho fatto anche una visita dalla psichiatra, cui afferma che la presenza di extrasistoli ventricolari non risulta essere riconducibile ad un quadro ansioso. E mi prescrive il lexotan al bisogno.
Le chiedo..
queste extrasistole, se sempre frequenti, possono dare futuri problemi? Sono pericolose?
Se non sono riconducibili all ansia, allla tiroide, non ho problemi digestivi, non fumo, non bevo, non assumo farmaci, quale è la causa possibile?
Quale terapia si riferisce probabilmente il cardiologo?
A lavoro sto 8 ore in piedi. Accuso dolore alla gamba sinistra e dolore allo sterno, può essere collegato al cuore?
Ringrazio anticipatamente.
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi 5000 extrasistoli nelle 24 h non sono poi così tante. La tiroide non ha alcuna relazione con le extrasistoli ventricolari. L'eco normale ci tranquillizza e ci permette di stabilire che le sue sono benigne. Il test da sforzo a mio giudizio alla sua età non aggiungerebbe informazioni ulteriori sulle cause e sulla terapia. Mi sento di tranquillizzarla e di considerare una terapia farmacologica (che comunque ha potenzialmente effetti collaterali) solo se strettamente necessaria (ossia se proprio non riesce a tollerarle).
Cordialmente
[#2] dopo  


dal 2014
La ringrazio per la risposta.
Il giorno in cui ho eseguito l holter ero a casa a riposo in malattia e non ne ho avute molte. solitamente le extrasistoli le ho molto più frequentemente. Ho sempre questo cardiopalmo durante il giorno e la notte.
Possibile che non ci sia una causa?
La cardiologa dice di fare il test da sforzo, dato che sono ipotesa.
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le extrasistoli, quando non sono correlate ad alterazioni della struttura e funzione del cuore, come risulterebbe dalle indagine che lei ha fatto, possono essere considerate benigne e solo il numero elevato (solo però se superiori al 20-30% dei battiti toatli delle 24 h ossia circa 20.000 o 30.000 al giorno) può con il tempo creare problema al cuore (...ma non è matematico). Quindi non significa che una causa non c'è, ma semplicemente che non è organica... Le ripeto che il tets da sforzo può anche essere fatto, ma alla sua età è proprio difficile che aggiunga informazioni e comunque non c'è alcun legame tra ipotensione e test da sforzo....
Saluti
[#4] dopo  


dal 2014
Buongiorno dottore,
La ringrazio per la sua risposta.
Quindi è inutile fare altri esami come il test da sforzo? Ripetere l Holter può servire, che esegue la registrazione in un giorno "normale" lavorativo?
Sabato ho dovuto prendere il lexotan perché era tutto il giorno che avevo incessante questo cardiopalmo e la sera non riuscivo ad addormentarmi.
Eventualmente se avrò ancora questo problema protatto nel tempo mi consiglia di effettuare periodicamente dei controlli?
Grazie
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, se le extrasistoli sono monomorfe (sono cioè tutte uguali) e sono veramente tante (può ripetere l'Holter per confrontare i risultati con il precedente) e sono davvero così sintomatiche come lei riporta, si può prendere in considerazione la possibilità di eliminarle con una procedura di ablazione transcatetere che però và fatta in un centro qualificato.
Cordialmente
[#6] dopo  


dal 2014
Il mio medico di base, come suggerito dal cardiologo, mi fa eseguire il test da sforzo e mi manda dal cardiologo (ambulatorio delle aritmie) che mi darà la terapia, ha ipotizzato un beta bloccante. Quando avrò l esito le chiederò ancora un consulto.
La ringrazio per la disponibilità!
Buona sera
[#7] dopo  


dal 2014
Buongiorno dottore,
vorrei chiederle una cosa in attesa degli ultimi accertamenti.
In questa ultima settimana durante la notte ho frequentissimi BEV accompagnati da tachicardia (non fortissima, ma pulsazioni a riposo accelerati).
Dormo male perche continuo a svegliarmi. Poi, non so come spiegarle bene, mi capita qualche volta di avvertire pause molto lunghe, e non so come dirlo una sensazione di "mancanza di respiro".
Adesso che le scrivo sono le 6 di mattina in attesa di andare a lavoro e i BEV non sono cessati.
Questo mi capita sempre dalla sera alla mattina.
Perché succede proprio durante le ore notturne?
Sono pericolose?
La ringrazio.