Utente 352XXX
Sono un ragazza di 33 anni e soffro da circa 13 anni di sporadiche crisi di TPSV sempre regredite spontaneamente fino a due anni fa. Da allora ho avuto due crisi molto forti (freq 240 bpm) che non smettevano e ho dovuto chiamare il 118. Le crisi sono regredite solo in ps con adenosina. Le due crisi sono avvenute a distanza di dieci mesi...lasciandomi molta stanchezza ed una tachicardia di fondo continua ed anche la difficoltà a stare sdraiata.
Sono sposata e non ho ancora figli, volevo sapere nel caso di una gravidanza, se dovessi avere una crisi del genere, potrebbero esserci problemi per il feto? Una crisi prolungata può danneggiare il bambino? Adenosina endovena può essere pericolosa per il bimbo?
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora se lei vuole sappi che oggi è possibile guarire senza grandi difficoltà da questi problemi e non dovrà più preoccuparsi delle conseguenze in gravidanza. La procedura si chiama ablazione transcatetere e se decide di farla è opportuno rimandare la gravidanza a dopo l'intervento.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera dottore,
la ringrazio per la sua risposta. Sì, conosco l'intervento e mi è stato già proposto dai medici. Ma le chiedo: è più rischiosa l'operazione o tenere questi attacchi (anche in vista di una gravidanza?).
Quali sono i rischi dell'ablazione? Leggo di molte persone che dopo l'operazione hanno più disturbi di prima...avendo attacchi sporadici ho paura di peggiorare la mia situazione.

La ringrazio anticipatamente per la risposta,
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, l'ablazione è una tecnica sicura ed efficace, ma i risultati dipendono anche dal tipo di aritmia da trattare. Se si tratta ocedura di una vera tachicardia parossistica, in mani esperte il successo è quasi garantito nel 100% dei casi e il rischio di complicanze è pressocchè nullo (ripeto in mani esperte). Ad oggi personalmente (ma ovviamente ci sono tanti altricolleghi come me) ho eseguito migliaia di ablazioni per TPSV e ho sempre risolto il problema senza maiavere una complicanza, guarendo completamente le persone di ogni età. Soprattutto in previsone di una gravidanza le consiglio di affidarsi ad un operatore esperto prima.
Saluti