Utente 226XXX
Buongiorno soffro di MRGE e vorrei porre una domanda, le cui risposte negative datemi da tutti contrastano con la mia deduzione: si tratta della possibilità di dividere in due una compressa di ESOMEPRAZOLO (lucen 40) . Inizialmente era un’idea di carattere economico ma ora lo è di “principio”. Dal bugiardino:**Le compresse devono essere deglutite intere con l’aiuto di liquidi.Non masticare o frantumare le compresse.Nei pazienti che hanno difficoltà a deglutire, le compresse possono anche essere disperse in mezzo bicchiere di acqua non gasata Mescolare fino a disperdere la compressa e bere il liquido con i granuli immediatamente o entro 30 minuti.. I granuli non devono essere masticati o frantumati.** Mi pare quindi di capire che non è la compressa gastroresistente ma solo i granuli che la compongono.. quindi tagliando a metà la compressa col coltello non dovrei avere problemi e potrei riutilizzare le comprese da 40 come fossero da 20.é corretto? A voi l’ultima parola che sarà per me legge.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
Le sconsiglio di dividere le comprese si attenga a quanto riportato sul foglietto illuaìstrativo del farmaco
[#2] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno gentile Dr.Vannucchi.. La sua risposta è dettata dal suo buonsenso, dalla sua supposizione o ha fondamenti più scientifici? Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
é dettata dal fatto che la limitazione della divisione dellla compressa è derivata dai procedimenti di tecnica farmaceutica che deve garantire un esatto dosaggio al momento della somministrazione che potrebbe essere alterato con l'alterazione meccanica della compressa