Utente 352XXX
Salve, vorrei chiedervi un consulto per numerosi episodi di aritmie che mi avvengono durante vari momenti della giornata da 3 mesi a questa parte.

Ho 18 anni, faccio quotidianamente attività fisica (calcio o palestra), da circa un anno sono fumatore di tabacco. Non consumo droghe né alcol.

Le aritmie avvengono in queste occasioni:
- mezz'ora dopo aver mangiato, in particolare se da sdraito tengo le gambe sollevate (perché sono poggiate sul bracciolo del divano o su un cuscino)
- poco prima dell'orgasmo, sia durante l'atto sessuale sia durante masturbazione
- è successo che capitasse dopo un fatto spiacevole, per esempio un gol subito in partita, qualcosa che mi provocasse rabbia, oppure mentre ero un po' ansioso

No so se sia corretto chiamarle "aritmie", principalmente mi accorgo che il battito non è più regolare, divento più cosciente del mio battito perché sento come un vuoto al petto come se mancasse l'aria.

Il cuore poi è come se battesse molto lentamente e con molta forza, ma non in modo regolare: infatti fa un battito e poi due di fila.
Tum...TuTum...Tum...TuTum... Non so se rendo l'idea.

Direi che è la lentezza e la forza del battito a farmi rendere conto che qualcosa non va come al solito.
A riposo ho 50-60bpm.

Come ultima cosa, anche se non credo c'entri, se seguo una dieta non proprio salutare per qualche giorno (dolci, snack salati, fast food), mi brucia lo stomaco/esofago. Esofago nel senso che se rutto brucia l'esofago.
Scusate ma non ho trovato un verbo più "raffinato" per dire ruttare, ma direi che descriva chiaramente cosa succede.

Spero possiate chiarire i miei dubbi anche perché non essendo in Italia per l'estate non potrò farmi visitare da un medico in tempi brevi

Grazie mille per la disponibilità





Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
La sintomatologia che riferisce sembra legata ad extrasistoli , fenomeno abbastanza comune anche in soggetti sani. Il fatto di avere bruciori e disturbi gastroesofagei può' giustificarne la presenza in quanto molto spesso i due fenomeni sono associati. Le consiglio di eseguire, con assoluta trnaquillita' un ECG Holter 24 ore per "vedere " i fenomeni aritmici e andare da un gastroenterologo al fine di poter curare, se necessario, l'infiammazione di stomaco ed esofago.
Nulla di grave quindi
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 352XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per l'immediatezza del risposta.

Pensa che potrebbe anche essere l'ansia a scatenare le extrasistoli e/o l'infiammazione di stomaco ed esofago?