Utente 204XXX
Salve
In seguito ad un ecocolordoppler penieno basale e dinamico dopo fic , mio figlio di 33 anni, ha scoperto l'esistenza ( cito diagnosi esame ) "presenza al corpo cavernoso di destra estesa placca fibroclacifica che misura 4.06cmx1.17 dalla base del pene al solco balano-prepuziale .....entrambe le formazioni fib rocalcifiche interessano il rivestimento albugineo e non interessano in profondita' le struttre cavernose...( salto dei passaggi ma se posso invio tutti i dettagli)...si conclude per buona risposta erettile allo stimolo farmacologico in presenza di normoafflusso bilaterale alle aa cavernose, regolare funzionamento del meccanismo venosoocclusivo. Placche fibrocalcifiche bilateralmente ".
Abbiamo consultato diversi medici ed urologi ed ognuno ci ha dato un'opinione diversa. Chi ci dice di andare al policlinico gemelli chi ad un centro clinico urologico a Trieste. Insomma siamo disorientati. Mio figlio e' giovane e faro' qualsiasi sacrificio per risolvere il problema vi prego di darci delle indicazioni che ci aiutino a risolvere il problema. Vi ringrazio infinitamente e attendo con ansia una risposta...cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,all'età di suo figlio é probabile che le aree fibrocalcifiche riferite siano legate a microtraumi,piuttosto che a fenomeni degenerativi,legati,in genere,a stati dismetabolici (ipertensione,diabete,dislipidemia etc.).Mi sembra che i colleghi che avete interpellato non abbiano idee differenti circa la diagnosi,bensì indichino centri medici diversi,tutti affidabili,considerando i tanti punti oscuri che caratterizzano il quadro clinico in oggetto.Va da se che il giudizio diagnostico e prognostico del medico reale sia prevalente su quello telematico,a noi riservato.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

la formazione di lesioni a placca della albuginea dei corpi cavernosi, in un giovane, può riconoscere diverse motivazioni. Allo stato attuale delle conoscenze non esistono farmaci o modalità do trattamento che possano far scomparire tali placche.
Nessuno ha la "medicina magica" che possano far regredire la fibrosi.
Una buona valutazione diagnostica è fondamentale. In alcuni casi può essere opportuno intervenire chirurgicamente. In tale circostanza è sempre opportuno fare riferimento a strutture e centri esperti
cari saluti