Utente 318XXX
Gentili medici,
Vi scrivo perchè la settimana scorsa mi sono sottoposta a ECG, ECG secondo holter, ECG sotto sforzo ed ecocardiogramma per escludere la sindrome di Brugada, visto che mia mamma è morta nel sonno e non è stata fatta l'autopsia e mia nonna a seguito di pause cardiache è portatrice di pacemaker. Tutti gli esami sono risultati negativi con 5 extrasistole rilevate dall'holter ma non ritenute patologiche dal cardiologo. Il cardiologo mi ha proposto di completare gli esami con il test farmacologico senza urgenza, non perchè ritenuto necessario ma solamente per una completezza diagnostica e del tutto certa. Vorrei però sapere come si svolge l'esame, se con quei farmaci avrò dei sintomi e se c'è qualche rischio.
PS: non sono allergica a farmaci.
Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
I tst da lei indicati servono per slatentizzare quello che viene definito come pattern di Brugada che consiste nella presenza di anomalie elettrocardiografiche . Non esiste rischio ad effettuare questi esami che fanno parte degli accertamenti necessari per esculdere la presenza di queste anomalie. Il test da sforzo non serve a niente in quanto le catecolamine rilasciate durante lo sforzo hanno un azione protettiva. Per la valutazione sono necessari un ECG a riposo, un ECG Holter 24 ore per valutre se durante il sonno o nel postprandiale si manifestano alterazioni e da ultimo i test farmacologici. In questo contesto utile è anche l'analisi genetica. Tuttavia è importante , prima di mettere in atto tutti questi accertamenti che siano presenti almeno minime alterazioni all'ECG basale suggestive per Brugada.
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio moltissimo per la risposta.
Preciso che ho già fatto ECG basale ed holter delle 24 ore e non è risultato niente che potesse far pensare alla sindrome di Brugada. L'unico motivo per cui mi hanno proposto il test farmacologico è la possibile familiarità ( mamma morta nel sonno. No autopsia ). Quindi, nel caso dovessi farlo, da ciò che ho capito non dovrei avere sintomi durante il test, giusto? La ringrazio ancora per la disponibilità.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
no sintomi non ne avra'
cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 318XXX

Iscritto dal 2013
Perfetto, la ringrazio ancora!
Cordiali saluti