Utente 237XXX
Buongiorno. A settembre 2012 sono stato operato per un'asportazione di una cisti sacro coccigea con tecnica ferita aperta.. ero stato già operato 8 anni prima con tecnica ferita chius (punti) ma dopo anni si era riformata.. Dopo l'operazione, come normale che fosse (mi hanno spiegato), per un mese e mezzo - due mesi, è fuoriuscito il pus in grandi quantità fino a poi diminuire poco a poco.. il problema è che a distanza di 9 mesi il pus è presente nelle quantità come prima che mi operassero.. ovvero molto secco, non bagnante, ma facilmente riscontrabile ogni giorno... mi pare che 8 mesi siano abbastanza perchè il problema sia definitivamente risolto no?? sono stato in ospedale nello stesso reparto chirurgico dove ho subito l'operazione e mi hanno spiegato che non ci sono buchi e quindi apparentemente sembra tutto ok.. mi hanno poi consigliato per una ventina di gg di applicare del mercurio cromo.. l'avevo fatto ma non era cambiato assolutamente niente e, seppur da profano, non capivo a cosa potesse servire...

Sono ritornato e mi hanno detto che bisogna rioperare.... di nuovo sotto i ferri a San Martino di Genova... con tecnica chiusa... dopo 4 mesi stessa solfa..... ciste asportata (a quanto mi dissero) ma liquido seppur non bagnante sempre presente come prima che mi operassero...... torno e mi dicono che devo mettere una fantomatica pomata per 7 gg ... metto ma niente... stesse perplessità, per quanto mi riguarda, che avevo avuto col mercurio cromo... vabbè....

Allora mi decido ad andare in una clinica privata... il medico privato che mi vede mi dice che il lavoro fatto precedentemente era al 30-40 % quindi non totale... ok dico io... finalmente risolverò il mo problema allora! stessa operazione, tecnica chiusa ecc. ecc. stesso decorso, data operazione 1 aprile, medicazioni quasi ogni giorno presso la clinica... primi mesi spurgava parecchio anche dopo l'operazione, poi poco a poco (1 mese fa) esce molto meno liquido e lentamente torna alla stessa identica quantità e corposità dei precedenti... non bagnante ma percettibilissimo....

il medico privato mi dice che non importa se lo sento dentro ma è fuori quello che conta e il fatto che non spurga piu e secondo lui sono quasi guarito...

ma se prima che mi operassi da lui avevo lo stesso liquido e nessuna ciste allora mi chiedo cosa mi sono operato a fare...

O non avevo mai avuto niente prima e questo liquido non bagnante che esce non c'entra niente con le operazioni, oppure hanno sbagliato tutti i chirurghi che mi hanno operato (e ormai siamo a 4...) perchè c'è ancora nelle stesse modalità!

Cosa devo pensare? devo credere a questo medico? sono guarito o no? questo liquido che esce ancora cosa diavolo è? perchè non se ne va? ha a che fare con la ciste e quindi con le operazioni o no?

Grazie per l'aiuto!!

Gabriele

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alfonso Alderisio
24% attività
4% attualità
8% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
gentile gabriele
credo che lei sia stato sottoposto ad interventi chirurgici di asportazione di sinus pilonidalis (spesso identificato anche come cisti o fistola sacro coccigea).
di solito un intervento per tale patologia, sia con tecnica aperta che con tecnica chiusa, da esito ad una ferita in regione sacro-coccigea più o meno ampia (secondo la tecnica usata) ma non secernente.
Se dopo molti mesi persiste un meato cutaneo (buco) secernente "liquido bagnante" all'esterno è molto probabile che si tratti di ripetizione di malattia.
le consiglio un ulteriore visita chirurgica
saluti e auguri
[#2] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno e grazie per la risposta..
Lei mi parla di liquido bagnante all'esterno... in realtà questo liquido è all'interno e non bagna le mutande... nè le sporca... però io lo sento se mi tocco!

esattamente come lo sentivo prima dell'ultima operazione!

questo liquido è, odorandolo, chiaramente pus...

ma c'entra con le operazioni che mi hanno fatto o non c'entra niente???

a questo medico che deve dire? mi ha praticamente dato del visionario dicendo che è una mia fissazione... come se mi divertissi a farglielo notare...
[#3] dopo  
Dr. Alfonso Alderisio
24% attività
4% attualità
8% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
gentile utente
io ho parlato di "liquido bagnante" perché lei ha parlato di "liquido non bagnante".
mettiamoci un attimo d'accordo.
se lei riesce a sentire l'odore del liquido e a vedere che il colore è come quello del pus, allora vuol dire che questo liquido, anche se in misura minima, da qualche parte deve pure uscire.
in ogni caso può provare a fare un esame ecografico della regione interessata e così potrà vedere se esistono raccolte sottocutanee.
penso, comunque, sia preferibile prima farsi ricontrollare da un chirurgo (eventualmente un chirurgo coloproctologo).
auguri e saluti
[#4] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,

Io sento il liquido dall'esterno ma non bagna le mutande.

Odorandolo è lo stesso che c'era prima che mi operassero.

Lo so anch'io che da qualche parte deve uscire però non è un liquido, ripeto, che pur fuoriuscendo mi bagna...

è come se fosse liquido solo all'interno della parte... che però, guarda caso, è la stessa dell'operazione...
[#5] dopo  
Dr. Alfonso Alderisio
24% attività
4% attualità
8% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
gentile utente
le ripeto i consigli che le ho dato in precedenza.
farei eventualmente un'ecografia della regione sacro-coccigea e sicuramente una visita chirurgica coloproctologica.
auguri e saluti